AMBIENTE. Eni si toglie la cravatta e veste informale per risparmiare energia

Abbigliamento casual per risparmiare energia. E una cravatta in meno per rallentare la corsa del climatizzatore. Per il secondo anno torna l’iniziativa "Eni si toglie la cravatta": i dipendenti dell’azienda potranno adottare in ufficio un abbigliamento meno rigoroso, più fresco e leggero, per risparmiare energia. Ad annunciarlo è l’Eni stessa che spiega in una nota come lo scorso anno l’iniziativa abbia permesso "di mantenere le temperature all’interno degli edifici più alte di 1°C e di contribuire ad un uso più razionale dei condizionatori d’aria".

I risultati? "A fronte di un aumento della temperatura interna degli edifici di 1°C circa – evidenzia Eni – il risparmio di energia elettrica è stato di 243.000 kWh, pari ad una diminuzione dei consumi di energia elettrica di climatizzazione del 9% e, parallelamente, una riduzione delle emissioni di CO2 di 141 tonnellate circa, equivalenti alle emissioni che sarebbero state evitate se, nello stesso periodo, 525 dipendenti per recarsi in ufficio avessero utilizzato i mezzi pubblici piuttosto che la propria auto". Il risparmio economico ottenuto è stato poi investito in progetti di sostenibilità.

Comments are closed.