AMBIENTE. Eolico, produttori e ambientalisti scrivono a Vendola

Aper, Anev e Legambiente hanno inviato una lettera al presidente della Regione Nichi Vendola e all’assessore della Regione Puglia Michele Losappio per spiegare cosa non li convince della proposta di regolamento approvata dalla Giuntaper la realizzazione di impianti eolici nella Regione.

Innanzitutto le associazioni lamentano il non coinvolgimento dei diversi soggetti interessati e scrivono: "noi pensiamo sia stato un passo falso anche perché della partecipazione e del confronto nella diversità dei punti di vista l’amministrazione ha fatto in questi mesi un suo punto di forza e di discontinuità rispetto al passato".

"Quanto al merito – si legge inoltre nella missiva – avevamo fatto notare nelle osservazioni presentate al PEAR che ritenevamo l’introduzione del Piano Regolatore comunale per l’installazione di impianti eolici (Prie) uno strumento inutile e inefficace che avrebbe complicato invece di semplificare l’iter di valutazione e approvazione dei progetti. Ritenevamo che su questi aspetti di merito si sarebbe aperto un confronto come invece non è stato, per cui motiviamo le nostre critiche rispetto al provvedimento e la nostra richiesta di modificarne alcune parti".

"Per i motivi spiegati – si conclude la lettera – chiediamo alla Giunta regionale di aprire un confronto sui contenuti del "Regolamento per la realizzazione di impianti eolici nella Regione Puglia" e di sospenderne l’applicazione nella parte che riguarda il PRIE. Ribadiamo naturalmente la nostra disponibilità a spiegare personalmente le nostre ragioni".

Clicca qui per leggere la versione integrale della lettera.

Comments are closed.