AMBIENTE. Eurobarometro: europei favorevoli a leggi comunitarie di tutela

Il 95% dei cittadini europei pensa che è importante proteggere l’ambiente perché esso incide sulla qualità della vita. L’80% degli intervistati dal sondaggio Eurobarometro sa di avere un ruolo nella tutela dell’ambiente e due terzi degli europei vuole che le decisioni in materia ambientale vengano prese a livello comunitario, armonizzando la legislazione dell’Ue. Il 78% ritiene utile la creazione di una forza di protezione civile europea per far fronte alle calamità naturali nel proprio paese.

Dal sondaggio pubblicato oggi emergono le 5 problematiche ambientali di cui i cittadini sono più preoccupati: i cambiamenti climatici, l’inquinamento idrico e atmosferico, le catastrofi di origine umana e l’impiego di sostanze chimiche nei prodotti di uso quotidiano. Ma c’è anche un 58% che è titubante rispetto all’uso degli OGM, mentre solo il 21% ne è favorevole.

Circa tre quarti degli intervistati si dichiara disposto a comprare prodotti ecologici, anche se costano di più, ma solo il 17% ha già acquistato prodotti ecologici nel mese precedente; più della metà dei cittadini afferma di saper riconoscere un prodotto ecologico dall’etichetta.

Il 63% pensa che la tutela dell’ambiente sia un incentivo all’innovazione e non un ostacolo alla crescita e che vada privilegiata rispetto alla competitività. Più di due terzi degli europei, inoltre, è convinto che il progresso dei singoli paesi si debba valutare in base ad indicatori sociali, ambientali ed economici.

Una grossa percentuale di europei ritiene che l’Unione europea debba aiutare i paesi terzi a migliorare il loro livello di tutela ambientale e chiede che vengano stanziati maggiori finanziamenti. Il commissario all’Ambiente, Dimas, ha dichiarato: "La maggioranza dei cittadini europei sostiene che l’Unione europea dovrebbe fare di più per l’ambiente e che è preferibile adottare le decisioni in materia ambientale a livello europeo".

Per consultare il sondaggio cliccare qui

Comments are closed.