AMBIENTE. Forestale, parte oggi da l’Aquila il tour della biodiversità

Riparte oggi da l’Aquila il tour della biodiversità. Organizzato per il secondo anno consecutivo dal Corpo forestale dello Stato di Castel di Sangro nell’ambito del progetto LIFE Natura 2004 Tutela dei Siti della Rete Natura 2000, l’iniziativa è rivolta sia ai residenti che ai turisti e si svolgerà dal 5 all’8 agosto. Lo riferisce la Forestale in una nota.

Obiettivo del tour: promuovere e far conoscere i numerosi Siti d’Interesse Comunitario (SIC) presenti nel territorio dell’Alto Sangro e dell’Alto Molise, "teatro di paesaggi naturali unici, ricchi di specie rare animali e vegetali". Per l’occasione, verrà utilizzata una speciale struttura mobile: un tir apribile lateralmente, lungo diciotto metri, capace di trasformarsi in vera e propria sala convegni itinerante con una capienza interna di oltre venti posti.

Quattro le tappe previste dal progetto. Si parte oggi da Pescasseroli per parlare delle problematiche di conservazione e ricerca scientifica legate all’orso bruno marsicano. Si prosegue il 6 a Villalago per discutere di conoscenza e conservazione della biodiversità nelle acque interne. Argomento della tappa del 7 a Capracotta è la gestione forestale sostenibile. L’8 agosto, infine, si raggiunge Roccaraso per discutere di conoscenza e conservazione della biodiversità nelle praterie di altitudine appennine.

"Il tour – ha spiegato la forestale – sarà anche occasione per parlare in anteprima del "Museo del crimine ambientale", un’iniziativa organizzata in collaborazione con il Servizio CITES del Corpo forestale dello Stato, che vedrà la luce in autunno presso il Centro Visite della Riserva Naturale Orientata Monte Velino di Magliano dei Marsi". I partecipanti al tour avranno infatti la possibilità di osservare a bordo del tir didattico reperti di specie animali e vegetali il cui commercio è vietato o regolamentato dalla Convezione di Washington, un accordo mondiale per la protezione di specie rare, il cui controllo in Italia è affidato alla Forestale.

Comments are closed.