AMBIENTE. Gestione rifiuti, ANCI e Centro Coordinamento RAEE siglano accordo

E’ stato siglato l’Accordo tra l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) e il Centro di Coordinamento RAEE con il quale viene definito il futuro del sistema nazionale di gestione dei rifiuti derivanti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE). Alla stesura dell’accordo hanno contribuito ANIE, Federambiente e FISE Assoambiente. Lo riferisce l’ANCI in una nota.

Obiettivo dell’Accordo è quello di "razionalizzare il sistema di raccolta dei RAEE, consentendo il definitivo passaggio di competenze sulla gestione di questa tipologia di rifiuti dai Comuni ai Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, che se ne fanno carico attraverso i Sistemi Collettivi afferenti al Centro di Coordinamento RAEE". Ai Comuni resterà l’obbligo della raccolta differenziata dei RAEE domestici e della gestione dei Centri di Raccolta, mentre i Sistemi Collettivi dei Produttori dovranno assicurare il loro ritiro gratuito dai Centri comunali, il loro trasporto e trattamento, nel rispetto delle normative ambientali e massimizzando il recupero dei materiali.

L’Accordo prevede un corrispettivo pari a 300 euro a tonnellata (320 euro per le isole minori) per i quantitativi di RAEE che i Comuni hanno gestito dal 1 gennaio 2008. Avranno diritto a tale corrispettivo i Comuni e i soggetti da essi delegati già iscritti al sito internet del Centro di Coordinamento RAEE (www.cdcraee.it), o che si iscriveranno entro le seguenti scadenze:

  • 31 luglio 2008 – in questo caso il rimborso riguarderà tutti i RAEE gestiti dal 1 gennaio 2008 fino al giorno in cui ha avuto inizio, nel territorio comunale, il servizio di ritiro dei RAEE da parte dei Sistemi Collettivi;
  • 30 settembre 2008 – in questo caso il rimborso riguarderà tutti i RAEE gestiti nel periodo compreso fra il 1 gennaio 2008 e il 31 luglio 2008.

Nessun tipo di rimborso è previsto, invece, per i Comuni che effettueranno l’iscrizione al portale del CdC RAEE dopo il 30 settembre 2008, salvo casi eccezionali.
Le modalità di richiesta dei corrispettivi per i RAEE gestiti nel 2008 saranno comunicate entro il prossimo mese di ottobre.

L’Accordo prevede infine dei "premi di efficienza" crescenti all’aumentare della popolazione servita da ciascun Centro di Raccolta. Tali premi sono compresi fra 25 e 50 Euro a tonnellata. Obiettivo dei premi: incentivare l’ottimizzazione dei Centri di Raccolta in grado di gestire in modo efficiente ed efficace i RAEE.

"Questo Accordo di Programma – ha dichiarato il Presidente del Centro di Coordinamento RAEE, Giorgio Arienti – rappresenta un passo fondamentale nel lungo percorso di avvio del nuovo sistema RAEE, perché ne chiarisce tutti i dettagli, sia dal punto di vista operativo che da quello economico. Credo che ora le iscrizioni dei Centri di Raccolta al sito del Centro di Coordinamento RAEE avranno una significativa accelerazione".

Per Filippo Bernocchi, delegato all’Ambiente dell’ANCI, "l’Accordo sottoscritto con il CdC rappresenta un traguardo importante per la nostra Associazione, in quanto consente ai Comuni italiani di mettere a disposizione dei cittadini una rete efficiente di Centri di Raccolta dei RAEE.

Comments are closed.