AMBIENTE. Gli europei preferiscono i contenitori in vetro: tengono il gusto e sono più sani

Ai consumatori europei, in primis a quelli italiani, piacciono i contenitori in vetro perché sono sinonimi di uno stile di vita sano e sostenibile: mantengono intatto il gusto di cibi e bevande e sono amici della salute e dell’ambiente. Il 54% dei consumatori europei ha scelto per i suoi acquisti il vetro perché mantiene intatto il gusto di ciò che contiene (62% in Italia), il 48% perché è sicuro e non nuoce alla salute (58% in Italia) e il 43% dei consumatori europei ed italiani perché è amico dell’ambiente. Il vetro è il materiale da imballaggio più riciclato dai consumatori: 80,1% in Europa e addirittura 86,3% in Italia.

Questi i risultati di una ricerca europea, che ha coinvolto 17 paesi sulla percezione dei consumatori nei confronti dei materiali da imballaggio, pubblicati oggi dalla società di ricerca InSites. La ricerca rileva come i consumatori siano sempre più propensi ad assumere comportamenti di consumo responsabile che trovano conferma nell’incremento costante del riciclo del vetro e conforto nella raccomandazione della Commissione Europea che invita i genitori a prediligere i biberon in vetro come opzione più sana.

"Per le sue caratteristiche – ha osservato Antonio Lui, Presidente della Sezione Produttori Vetro Cavo di Assovetro – il vetro rappresenta il perfetto contenitore per prodotti puri e naturali. La preferenza per il vetro resta molto alta per vino, birra e alcolici, ma anche per condimenti, cibi per bambini e bibite. Quello che emerge dalla ricerca è che i consumatori comprerebbero più vetro se lo trovassero sugli scaffali dei negozi. Un esempio per tutti: un italiano su due preferirebbe il latte nella tradizionale bottiglia di vetro, ma solo il 6% riesce a comprarlo".

Questo divario tra il contenitore che si acquista e quello che si vorrebbe acquistare appare chiaro nella ricerca soprattutto per quei cibi e bevande che sono stati colonizzati da materiali da imballaggio diversi dal vetro come bibite, yoghurt, acque minerali, latte. Per l’acqua minerale vince la bottiglia di plastica, ma il 52% degli italiani preferirebbe quella di vetro, se riuscisse a trovarla. La stessa cosa vale per i succhi di frutta dove il contenitore più usato è il tetrapack, ma il preferito dal 40% degli europei e dal 48% degli italiani è quello di vetro. Per gli yoghurt la quota del vetro nei consumi è solo del 6% ma, se si potesse scegliere, salirebbe al 35% in Europa e al 45% in Italia.

Il vetro resta il materiale da imballaggio più amato e usato dai consumatori per vini, spumanti, alcolici, birre, salse, condimenti e cibi per bambini. In Italia circa 8 bottiglie su 10 (77%) di spumanti e vini frizzanti che acquistano i consumatori sono di vetro (50% in Europa), così come il 67% delle bottiglie di birra (53% in Europa), il 62% di vino (56% in Europa), il 62% di alcolici (68% in Europa). In barattoli di vetro acquistano il 44% delle salse (24% in Europa), il 50% dei condimenti (44% in Europa) e il 17% del cibo per bambini (13% in Europa).

Il 65% dei consumatori europei preferisce il vetro perché preserva il sapore del cibo o delle bevande che contiene (il 74% in Italia). Il 79% degli interpellati afferma di scegliere il vetro per servire bevande nelle occasioni speciali e addirittura l’83% in Italia. Le persone associano i contenitori in vetro ai benefici per la salute perché esso mantiene "le cose buone" come le vitamine e agisce come una barriera naturale contro i batteri. La maggioranza dei consumatori europei, inoltre, ritiene che i materiali da imballaggio utilizzati per cibi e bevande possa causare interazione chimica con i contenuti all’interno. Nel caso del vetro, comunque, questa interazione è considerata la più bassa di tutti i materiali da imballaggio, circa il 12% sia dai consumatori italiani che europei.

Il 14% dei consumatori che acquistano cibo per l’infanzia per le proprie famiglie affermano che i contenitori in vetro sono di gran lunga i loro preferiti per questo genere di prodotti rispetto agli altri materiali (14% vs 3% ). Infine, quasi la metà dei consumatori europei considerano il vetro come il materiale per confezioni numero uno nella tutela dell’ambiente.Quasi l’80% afferma che il vetro è riciclabile per la realizzazione di un nuovo contenitore uguale o simile al precedente senza perdita di qualità (84% in Italia), superando di gran lunga il resto dei materiali da imballaggio.

 

 

Comments are closed.