AMBIENTE. Il “made in Italy” sostenibile approda al Green Festival di San Francisco

La promozione di stili di vita, produzione e consumo attenti alle persone e all’ambiente si avvale di una nuova collaborazione: è stata infatti siglata un’intesa fra Terra Futura (la mostra convegno internazionale delle buone pratiche di sostenibilità promossa da Regione Toscana, Sistema Banca Etica e Adescoop in partnership con Acli, Arci, Caritas, Cisl, Legambiente e Fiera delle Utopie Concrete) e Green Festival, il più grande evento americano dedicato alla promozione di stili di vita, produzione e consumo sostenibili. Il protocollo è stato firmato da Global Exchange e Fondazione Culturale Responsabilità Etica. L’obiettivo: "Promuovere una visione comune della globalizzazione che sia fondata sulla centralità della persona, sulla sostenibilità ambientale e sui diritti umani" insieme ad attività di scambio.

Dunque "il protocollo d’intesa prevede la reciproca promozione, l’attivazione di campagne comuni, la presenza di una delegazione italiana all’evento statunitense e viceversa". E così dal 13 al 15 novembre Terra Futura sarà presente con uno spazio espositivo presso il Green Festival di San Francisco e con una presentazione negli spazi dibattito del festival. Nello stand di Terra Futura saranno presenti, oltre alla Regione Toscana che patrocina l’iniziativa, anche il Sistema Banca Etica, la Fondazione Sistema Toscana, EcoZema, Novamont, Sisifo, Wip, Zoes e il Metadistretto Veneto della Bioedilizia. In questo modo saranno portati a conoscenza del pubblico statunitense delle soluzioni innovative e sostenibili targate Made in Italy: dal Mater-Bi, a percorsi di finanza etica, ai pannolini biodegradabili fino al primo social network dedicato ai temi della sostenibilità sociale, ambientale ed economica.

Comments are closed.