AMBIENTE. In Marcia per il Clima: ecco l’appello ai Governi del G8

Dal Comitato "In Marcia per il Clima" arriva un appello ai Governi del G8 a essere "tempestivi e saggi" nei confronti dell’ambiente e per la riduzione delle emissioni inquinanti: guidare il cambiamento, misurare le decisioni di oggi ed essere lungimiranti sono le richieste che lo schieramento composto da 54 organizzazioni fra associazioni ambientaliste, di consumatori, del mondo agricolo e sindacale pone ai Grandi della Terra.

"Il clima sulla Terra sta cambiando. La crisi toglie lavoro e valore. Il petrolio è più caro. Siate tempestivi e saggi", si legge nel primo punto dell’appello fatto dal Comitato.

Ecco le altre richiesta rivolte al G8:

"Una nuova rivoluzione coinvolge le conoscenze, le tecnologie, i mercati, le norme, i soggetti sociali e i governi. Gli investimenti nella green economy e la nuova potenza energetica rinnovabile hanno superato per la prima volta quelli da energie fossili (petrolio e carbone). E il nucleare ha iniziato il suo declino. Il PIL non misura più il benessere dei popoli. Guidate il cambiamento".

"Cambiano gli stili di vita. Costruiamo case e quartieri a zero emissioni: la prima voce d’investimento privato in efficienza è oggi l’abitazione. Cambia l’alimentazione, cambiano le macchine. Il consumo responsabile deve iniziare dagli acquisti pubblici, dal trasporto di uomini e merci. La cifra sarà il contributo evitato al cambiamento climatico, al consumo di risorse comuni della Terra. Misurate le vostre decisioni di oggi".

"Cresce l’occupazione nelle rinnovabili, diminuisce nell’auto. Le risposte vere alla crisi stanno nelle scelte durature, sostenibili per l’uomo e l’ambiente. L’oggi è già domani, le decisioni immediate sono quelle di lunga lena. Come nei grandi cambiamenti della storia. Abbiamo bisogno di sicurezza e fiducia per l’avvenire. Per noi e i nostri figli. Non vogliamo spedire soldati per garantirci il petrolio e non vogliamo dover difendere alle frontiere un benessere di pochi. Siate lungimiranti".

Comments are closed.