AMBIENTE. In Puglia la prima rete mondiale di distributori a idrogeno

Arriva in Puglia la prima rete mondiale di distributori per autovetture ad idrogeno. Sarà una rete ecologica perché la produzione di idrogeno deriverà da fonti rinnovabili ricavate dall’energia del sole e del vento e non da metano. Il progetto, che rifornirà di carburante "zero emission" i veicoli, è stato siglato dalla Regione Puglia e dall’ex Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio in aprile 2008 e prevede la realizzazione, sul territorio pugliese, di distributori ad idrogeno ed idrometano (miscela al 70% di metano e 30% di idrogeno). Entro un anno dovranno essere avviate 6 stazioni, una per provincia, e contestualmente sarà sviluppato un sistema di trasporto pubblico e di taxi alimentati da idrogeno pulito.

Il CODICI – Centro per i Diritti del Cittadino sostiene l’iniziativa che consentirà di abbattere gli inquinanti di almeno il 20%: né in fase di produzione né in fase di consumo si avrà, infatti la formazione di molecole inquinanti. "E’ un esempio da seguire su scala nazionale – spiega Valentina Coppola Responsabile Nazionale della sezione Ambiente del CODICI – invece si discute ancora di nucleare e di bioenergia da olio di palma che, si è visto, hanno forti controindicazioni, la verità è che la politica è in generale poco aggiornata in materia ambientale. Usare questo gas, leggero, trasparente, incolore ed inodore come carburante al posto della benzina – conclude Coppola – rappresenterà quindi il nuovo prossimo modello di mobilità sostenibile.

 

Comments are closed.