AMBIENTE. Isolare la propria casa fa risparmiare il 70% dei consumi energetici. Campagna Isolando

I consumi energetici degli edifici si possono ridurre fino al 70-80% isolando le pareti esterne dell’edificio e le coperture. Inoltre installando valvole termostatiche sui radiatori si sfruttano in modo più efficace i vantaggi dell’isolamento termico, potendo regolare la temperatura interna dell’abitazione.

Questo è il primo dei dieci consigli forniti dal decalogo di Isolando, la campagna di sensibilizzazione al risparmio energetico attraverso l’isolamento termico degli edifici. Una campagna di comunicazione che vuol creare nell’opinione pubblica una cultura dell’isolamento a 360°, unendo i vantaggi del risparmio energetico attraverso un corretto isolamento termico degli edifici, a quelli dell’isolamento acustico, che ci allontana dai rumori della città.

Elemento centrale di Isolando è la casa quale elemento energeticamente efficiente e confortevole, e che dà benessere. I temi portanti della campagna sono la salvaguardia dell’ambiente, il risparmio energetico e la tutela degli interessi generali del cittadino in termini di salute, nonché, nello specifico, di chi possiede o affitta una casa, in termini di comfort e di costi.

Quest’anno Isolando è presente anche su uno dei vagoni del Treno Verde, la campagna di Legambiente e Ferrovie dello Stato presentata ieri a Roma, che misurerà l’inquinamento acustico e atmosferico delle grandi città d’Italia.

"Informare i cittadini su quanto siano dispendiose ed inquinanti le nostre abitazioni e gli edifici che ci ospitano quotidianamente è di fondamentale importanza per costruire la nuova cultura dell’efficienza e del risparmio energetico presso vecchie e nuove generazioni" ha dichiarato il testimonial di Isolando Mario Tozzi. "Spesso si è portati a pensare che i maggiori responsabili delle emissioni inquinanti siano i trasporti, ma non è altrettanto noto che il settore residenziale inquina più delle industrie ed è responsabile tanto quanto la mobilità".

Le spese di riscaldamento costituiscono oggi circa il 70% della spesa energetica di una famiglia, l’illuminazione incide solo del 2%. Per soddisfare tale richiesta energetica – si legge in una nota – l’Italia, oggi, è costretta ad importare circa l’86% dell’energia utilizzata, pagando di conseguenza alti costi.

Secondo le simulazioni condotte dal Comitato Scientifico della campagna Isolando un cittadino che risiede in un appartamento condominiale di circa 100 mq a Roma, potrebbe risparmiare, a seguito di un intervento di riqualificazione energetica del proprio appartamento, circa il 55% dei consumi e delle emissioni di CO2. Se prima si prevedeva una spesa pari a circa 624€ l’anno ora se ne potranno spendere 281€ all’anno. E ancora maggiore è il risparmio ottenibile nel caso di una casa singola che, avendo le superfici esposte al diretto contatto con il suolo e con l’esterno, disperde molta più energia. In questo caso il risparmio ottenibile è pari a circa il 61%, ciò significa che se nell’anno era prevista una spesa di 1.158€ ora se ne spenderanno circa 452€.

Dal Decalogo Isolando si evince che al Nord Italia e al Sud Italia e nelle Isole è possibile ottenere un ottimo risparmio energetico, in base alle diverse condizioni climatiche. Infatti al Nord Italia un appartamento condominiale di circa 100 mq potrebbe ridurre i consumi e le emissioni di circa il 59% riducendo la spesa annua da 915€ a 375€, ed una casa singola della stessa metratura nella stessa zona climatica potrebbe avere una riduzione dei consumi ed emissioni pari al 64%. Più lievi ma ugualmente significative le percentuali di risparmio ottenibili per case singole ed appartamenti condominiali di circa 100 mt al Sud e nelle Isole, dove il risparmio sarebbe rispettivamente del 50% e 41%.

 

 

Comments are closed.