AMBIENTE. Léon, Budapest e Bologna, città premiate da Dimas per la Settimana europea della mobilità

Il Commissario europeo all’ambiente, Stavros Dimas ha consegnato oggi il primo premio della Settimana europea della mobilità 2007 alla città spagnola di Léon. Il secondo premio va a Budapest e il terzo a Bologna. La Settimana europea della mobilità, che ha luogo ogni anno con il sostegno della Commissione europea, promuove la mobilità sostenibile nelle città incoraggiando la scelta di alternative non inquinanti o poco inquinanti all’uso dell’automobile privata, come andare a piedi o in bicicletta, oppure prendere i mezzi di trasporto pubblici o condividere il trasporto in auto. Presupposto per la partecipazione è l’adozione di misure permanenti per agevolare queste alternative.

I premi sono stati assegnati per il migliore contributo alla settimana europea dell’anno scorso, incentrata sulla lotta al cambiamento climatico, alla quale hanno partecipato 1 322 città che rappresentano una popolazione complessiva di oltre 200 milioni di abitanti. Una giuria di esperti indipendenti ha dichiarato vincitrice la città di Léon per due motivi: la vasta gamma delle attività organizzate durante la settimana della mobilità e l’ottima strategia di comunicazione sulla mobilità sostenibile. Il Commissario Dimas ha consegnato i premi in occasione di un seminario organizzato presso il Comitato delle Regioni a Bruxelles per preparare l’edizione 2007 della Settimana europea della mobilità che si svolgerà dal 16 al 22 settembre.

"La Settimana europea della mobilità contribuisce in misura significativa a migliorare la salute pubblica e la qualità della vita nelle zone urbane grazie alle misure permanenti che le città sono incoraggiate ad adottare per la mobilità sostenibile e una maggiore sensibilizzazione dei cittadini", ha commentato il Commissario. "Il costante aumento del numero di città che partecipano alla Settimana europea della mobilità rispecchia il desiderio crescente dei cittadini di potersi spostare in città rapidamente, in tutta sicurezza e senza inquinare l’aria che respiriamo. Le città di Léon, Budapest e Bologna hanno dato vita a iniziative eccellenti e mi congratulo in particolare con la città di Léon per il suo contributo esemplare."

Processo di selezione
Nel 2007 i premi per la Settimana europea della mobilità sono stati assegnati per la qualità e la portata delle azioni messe in atto dalle autorità locali, per la strategia di comunicazione e di promozione presso la cittadinanza e i media e infine per l’innovatività delle misure permanenti attuate. Le città che si sono candidate al premio sono 45. Le candidature sono state valutate da un gruppo indipendente di sette esperti in tema di mobilità sostenibile e cambiamenti climatici. Oltre ad aver individuato in Léon, Budapest e Bologna le tre città migliori, la giuria ha riconosciuto come esempi di buone pratiche altre cinque città: Nantes (Francia), Elblag (Polonia),Cascais (Portogallo), Östersund (Svezia) e Glasgow (Regno Unito).

Realizzazioni delle tre finaliste
Léon: Léon ha impressionato la giuria per aver saputo affrontare in una sola settimana una
Bologna: Bologna è stata selezionata come finalista per l’ottima pianificazione delle attività preparate in stretta collaborazione con una nutrita serie di soggetti interessati, come i fornitori trasporti pubblici, le università e altre giunte regionali. La settimana della mobilità ha anche segnato la conclusione di un forum grazie al quale oltre 300 dei più importanti soggetti interessati e i cittadini hanno potuto partecipare all’elaborazione di un Nuovo Piano Generale del Traffico. Bologna ha inaugurato 21 nuovi bus puliti e ha promosso attivamente modalità alternative di trasporto con la designazione di responsabili della mobilità nelle imprese private.

Contesto
La Settimana europea della mobilità è coordinata da tre reti europee di città, la EUROCITIES, la Climate Alliance e la Energie-Cités, con il sostegno della Direzione generale dell’Ambiente della Commissione europea. Lanciata nel 2002, la Settimana europea della mobilità ha riscosso un successo crescente di partecipazione delle città, che sono salite a 1 322 in rappresentanza di 38 paesi e di una popolazione globale di oltre 200 milioni di abitanti. Queste cifre comprendono circa 40 città di paesi che non fanno parte dell’Unione europea, situate non solo in Europa, ma anche in Asia, America Latina e Canada. La Settimana europea della mobilità del 2006 faceva parte della vasta campagna della Commissione europea dal titolo "Sei tu che controlli i cambiamenti climatici", volta a sensibilizzare la popolazione ai cambiamenti climatici e a incoraggiare ogni cittadino a fare la sua parte per combatterli.

 

Comments are closed.