AMBIENTE. Legambiente: La Maddalena saluterà gli ultimi soldati americani

Benvenuti all’isola de La Maddalena! Questo è il saluto che Legambiente lancia in vista del suo prossimo appuntamento di primavera per festeggiare la chiusura della base americana sull’isola. Tre sono i giorni previsti per la manifestazione e l’inizio sarà contrassegnato dall’inizio della primavera, momento in cui La Maddalena saluterà gli ultimi soldati americani e contemporaneamente darà il benvenuto a quanti vorranno festeggiare l’evento con Legambiente, l’associazione ambientalista che in questi anni non ha mai mancato di rimarcare la necessità di un futuro diverso per l’isola. Durante i tre giorni di iniziative sono previsti momenti di vera e propria festa, nonché escursioni e visite guidate nei posti più suggestivi dell’arcipelago.

Il presidente regionale di Legambiente, Vincenzo Tiana ha ribadito come "Durante tutte le iniziative che abbiamo fatto nel corso di questi anni abbiamo sempre ribadito la nostra contrarietà alla base USA protestando vigorosamente per la presenza di una realtà che rendeva più pericoloso e più insalubre questo splendido territorio. A partire dal 21 marzo vogliamo festeggiare finalmente l’inizio di una nuova era per l’isola della Maddalena, più pulita e più felice".

La tre giorni di Legambiente sarà anche l’occasione per discutere del prossimo G8, l’appuntamento fra i grandi del pianeta che si dovrebbe tenere nel 2009 proprio sull’isola e per ribadire forte il nostro NO all’ennesimo incontro fra coloro che pretendono di governare il mondo. "Gli appuntamenti del G8 ci hanno sempre visti contrari – ha dichiarato Maurizio Gubbiotti, della segreteria nazionale dell’associazione e responsabile del Dipartimento internazionale – perché crediamo che rappresentino una vera e propria provocazione nei confronti dei problemi del pianeta e soprattutto nei confronti di quei paesi, la stragrande maggioranza della popolazione mondiale, ai quali non viene dato diritto di cittadinanza e di parola nei consessi internazionali. Per questo abbiamo deciso, d’intesa con il Parco Nazionale dell’Arcipelago della Maddalena, di convocare un grosso appuntamento internazionale sui temi della tutela delle aree protette e della biodiversità, in collaborazione con l’IUCN (Internacional Union for the Conservation of Nature), una sorta di G8 dei parchi e della conservazione della natura che abbia al centro i temi dell’ambiente, della solidarietà e dello sviluppo sostenibile e non dello sfruttamento delle risorse a danno dei paesi poveri".

Comments are closed.