AMBIENTE. Maltempo, Coldiretti lancia allarme allagamenti e danni nelle campagne

Le intense precipitazioni con la caduta di grandi quantità di acqua che ristagna nel terreno sta provocando diffusi allagamenti nelle campagne, mentre dove il maltempo si è manifestato con violenti nubifragi si registrano danni a piante, serre e strutturale agricole. E’quanto afferma la Coldiretti sulla base di un monitoraggio sugli effetti della perturbazione, che sta interessando anche le regioni del centro sud, nel sottolineare che a causa della pioggia intensa tutte le operazioni colturali sono rallentate compresa la vendemmia che sarà ritardata in tutta Italia.

Il maltempo – sottolinea la nota- non ha risparmiato nessuna regione e ovunque si segnalano danni o difficoltà per le aziende agricole impegnate nelle operazioni di raccolta o nella preparazione dei terreni con perdite incalcolabili al momento, con continui aggiornamenti , anche per effetto di smottamenti ed esondazione di fiumi e torrenti. L’allarme lanciato dalla protezione civile si è diffuso rapidamente nelle campagne dove – continua la nota – i terreni secchi non riescono ad assorbire l’acqua che cade violentemente e tende ad allontanarsi per scorrimento portando con sé la parte superficiale del terreno e favorendo frane e smottamenti. Una preoccupazione che interessa tutte le regioni considerato che ben il 7,1 per cento del territorio nazionale, per un totale di oltre 21mila chilometri quadrati, è considerato a rischio per frane e alluvioni.

Ma è anche la grandine ad essere molto temuta dagli imprenditori agricoli in questo momento per i danni irreversibili che potrebbe determinare alla frutta e verdura in campo come le mele e le pere, ma anche alle piante e alle strutture aziendali come le serre. In molte aziende delle principali regioni frutticole sono già tese le reti antigrandine per proteggere le piante da frutto e sono pronti a sparare i cannoni a pressione. Si tratta di sistemi di protezione importanti – conclude Coldiretti – per non aggravare il bilancio dei danni all’agricoltura che tra siccità e maltempo ha subito, nella stagione estiva, perdite e distruzioni per oltre un miliardo di euro.

 

 

Comments are closed.