AMBIENTE. Milano, centraline come strumento di rilevazione di Pm nei progetti di ricerca scientifica

"Le centraline del Comune di Milano – situate in Galleria Vittorio Emanuele e al Verziere per la misurazione delle polveri sottili e sottilissime, Pm 2.5 e 1.0 – sono state installate per effettuare rilevazioni nell’ambito di una serie di progetti di ricerca avviati per conoscere la massa, la composizione e l’associazione con le variabili meteo delle particelle nocive, nonché gli effetti del particolato sulle categorie sensibili della popolazione", ha dichiarato l’assessore all’Ambiente del Comune di Milano Edoardo Croci nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta oggi a Palazzo Marino.

I principali progetti a cui fa riferimento l’assessore Croci – e a cui stanno lavorando Comune di Milano, Agenzia per la Mobilità e l’Ambiente, Enea (Ente nazionale per l’energia e l’ambiente), Università Statale di Milano Bicocca e Regione Lombardia – sono i seguenti:

  • "Sentinella dell’Aria" – Con Enea per la previsione modellistica sul Pm10
  • "Vigili Urbani" – Per studiare gli effetti sanitari connessi all’esposizione a particolato fine e rumore per gli agenti della Polizia locale di Milano
  • "Pro – Life" – Per studiare la correlazione tra inquinamento dell’aria e salute

Per quanto riguarda i bollettini emessi dall’Agenzia per la Mobilità e l’Ambiente e le relazioni periodiche relative alla qualità dell’aria e all’andamento degli inquinanti monitorati il Comune di Milano utilizza i dati misurati dalle centraline dell’Arpa, l’unica fonte ufficiali per tali aspetti.

Comments are closed.