AMBIENTE. Ministero ed Enea per “Educarsi al futuro”

Grazie ad una collaborazione tra il ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e l’Enea-C.R. Casaccia il progetto "Educarsi al futuro" avrà una continuità. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di creare una rete nazionale di scuole per un futuro sostenibile, promuovendo l’aggiornamento professionale dei docenti e la diffusione nelle scuole di materiali e percorsi didattici incentrati sui temi dello sviluppo sostenibile, del risparmio energetico e delle fonti rinnovabili e pulite. Il materiale informativo e i video-seminari saranno pubblicati sul sito dell’Enea www.educarsialfuturo.it.

"L’educazione ambientale ed allo sviluppo sostenibile è un elemento essenziale nella società moderna" ha dichiarato il ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Alfonso Pecoraro Scanio. "Il mondo della scuola, il mondo della ricerca e le istituzioni possono dare un contributo importantissimo per affermare stili di vita e modelli di consumo innovativi e realmente sostenibili. Il loro impegno per creare le basi per una nuova coscienza ecologica nei cittadini del domani è fondamentale per affrontare le grandi sfide del futuro come la lotta ai cambiamenti climatici in atto. Con questo progetto poi – ha aggiunto il ministro – si unisce l’innovazione con la solidarietà. Promuovendo la campagna SUSTAIN si aiuteranno le scuole dei villaggi africani ad essere autosufficienti dal punto di vista energetico con impianti fotovoltaici".

La campagna nazionale SUSTAIN sarà promossa in molte scuole di ogni provincia che, con i contributi volontari degli studenti, potranno acquistare kit fotovoltaici per fornire energia elettrica solare a scuole di villaggi rurali africani. Tali scuole riusciranno così ad essere indipendenti dal punto di vista energetico grazie ai kit fotovoltaici che alimenteranno pompe idrauliche, mulini per cereali, lampade, radio, Tv e frigoriferi per le medicine.

Il programma, già in fase di avanzata sperimentazione in oltre cento scuole della Regione Sicilia e nel Comune di Spoleto, è ora in fase di attivazione nelle Province di Viterbo e Brindisi e nelle Regioni Campania, Lazio, Calabria, Sardegna, Molise, Basilicata fino a diffondersi in tutte le scuole interessate di ogni Regione d’Italia. L’ENEA realizzerà un ciclo di seminari sull’educazione al futuro sostenibile dedicati alle Consulte Provinciali degli Studenti. L’accordo prevede anche l’istituzione di un Concorso nazionale per premiare le classi che realizzano e pubblicano su web i materiali didattici di maggior interesse.

Ci sarà infine un incontro nazionale con il ministero dell’Ambiente, il ministero dell’Istruzione, Enea ed esperti di didattica e formazione.

Comments are closed.