AMBIENTE. Ministero presenta primo Rapporto sul contrasto all’illegalità ambientale

Un illecito ambientale ogni 43 minuti. E’ quanto rilevano in Italia le Forze dell’Ordine. Il dato emerge dal primo Rapporto sul contrasto all’illegalità ambientale, presentato oggi dal Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo e realizzato dal Ministero in collaborazione con il Comando Carabinieri per la tutela dell’ambiente, il Corpo Forestale dello Stato, la Capitaneria di Porto – Guardia Costiera, la Guardia di Finanza e la Polizia di Stato. Il documento fa una panoramica delle attività di contrasto all’illegalità ambientale effettuate nel biennio 2008-2009, delineando le maggiori criticità riscontrate a livello nazionale e le possibili strategie di contrasto.

L’analisi, in particolare, si sofferma sul settore del traffico e dello smaltimento illegale di rifiuti, su quello collegato al ciclo del cemento, sull’inquinamento delle risorse idriche e da sostanze radioattive, sugli incendi, sulla conservazione e valorizzazione delle aree naturali protette, della fascia costiera e della biodiversità. Secondo il rapporto nel 2009 sono state riscontrate oltre 12 mila attività illecite, denunciate oltre 10 mila persone, arrestate 188 persone ed effettuati 2.800 sequestri.

Immediato il commento di Legambiente: "E’ una buona notizia che il Ministro Prestigiacomo abbia voluto puntare l’attenzione sui reati contro l’ambiente e i danni perpetrati al Belpaese dalla criminalità organizzata. Adesso dimostri coerenza e s’impegni per contrastare questi delitti, a partire dall’opposizione ad ogni ipotesi di nuovo condono – che, notoriamente, favorisce ad ogni annuncio una moltitudine di nuovi abusi e alimenta sostanziosamente le imprese dell’ecomafia – passando per un forte sostegno alla richiesta di poter utilizzare le intercettazioni per le indagini relative ai reati ambientali, per concludere con l’introduzione dei reati contro l’ambiente nel Codice Penale entro la fine del 2010".

Legambiente ha ricordato al Ministro che, se come ha dichiarato, "il suo Governo intende sostenere anche iniziative e provvedimenti che puntino a prosciugare il brodo di coltura dell’illegalità”, può cominciare già da domani a lavorare contro il condono strisciante e la stretta all’uso delle intercettazioni. Legambiente annuncia la presentazione del Rapporto Ecomafia 2010 ( XVIIª edizione), con la prefazione di Roberto Saviano e l’introduzione del Procuratore nazionale Antimafia Piero Grasso, che si terrà venerdì 4 giugno a Roma, presso il Nuovo Cinema Aquila (Via L’Aquila 68), con tutti i numeri completi e aggiornati sull’illegalità ambientale e i dati delle Forze dell’ordine, tra i quali, per la prima volta, quelli della Polizia Provinciale.

Comments are closed.