AMBIENTE. Nei presidi Legambiente i “Tre Giorni del Cigno” dal 24 al 26 ottobre

Si potrà partecipare alla liberazione delle tartarughe marine o scoprire il mondo delle api e dei funghi, vedere boschi e serre o fare escursioni lungo un corso d’acqua, scoprire come funziona un fitodepuratore oppure passeggiare in antichi borghi e in riserve naturali: sono alcune delle attività previste dall’iniziativa di Legambiente i "Tre Giorni del Cigno", che si svolgerà in diversi presidi ambientali il 24, 25 e 26 ottobre all’insegna del tema "A tu per tu con la natura".

"Il tema quest’anno per i Tre giorni del Cigno, A tu per tu con la natura, – spiega Rossella Muroni, direttore generale di Legambiente – vuol essere un invito a partecipare alle operazioni di tutela del territorio, ricerca e sorveglianza naturalistica, in quelli che, spesso, sono veri e propri avamposti di cultura e vitalità in modo particolare in territori marginali e svantaggiati. Portando i cittadini a esplorare e conoscere, non solo le nostre strutture ma soprattutto le nostre battaglie e le nostre campagne, vogliamo fare in modo che questi nostri presidi diventino punto di riferimento sul territorio, volano di sviluppo culturale ed economico, capaci di creare nuove idee e nuovi modelli di qualità territoriale".

Comments are closed.