AMBIENTE. Oltre 350 città europee firmano a Bruxelles il Patto dei Sindaci

Oltre 350 città europee hanno firmato oggi, in una cerimonia solenne al Parlamento Ue, il Patto dei Sindaci, con l’impegno di superare entro il 2020 l’obiettivo del taglio del 20% delle emissioni di CO2. Grazie a questa iniziativa della Commissione europea in cooperazione con il Comitato delle Regioni, i rappresentanti di oltre 60 milioni di cittadini lavoreranno insieme per realizzare l’obbiettivo comune di cambiare il nostro ambiente ed utilizzare l’energia in modo più razionale. All’evento sono intervenuti oltre 100 sindaci di altrettante città europee.

"La maggior parte dell’energia prodotta in Europa viene consumata nelle aree urbane – ha dichiarato il commissario Ue all’Ambiente Andris Piebalgs – La battaglia contro il cambiamento climatico sarà combattuta e vinta nelle città. Per questo motivo, l’impegno che si sono assunti oggi i primi cittadini di molte città europee firmando il Patto dei Sindaci costituisce un forte messaggio di speranza, soprattutto nel difficile periodo che stiamo attraversando".

Il presidente del Comitato delle Regioni, Luc van den Brande ha dichiarato:"Il Patto dei Sindaci è un’ iniziativa eccellente che si svilupperà in collaborazione con il Comitato delle Regioni. Gli obbiettivi ambiziosi che l’Europa si è data per ridurre le emissioni di gas serra possono essere realizzati solo attraverso lo sforzo congiunto e convinto degli enti locali e regionali. Il Patto non è fatto soltanto per le grandi città, ma si rivolge anche alle città minori e ai comuni più piccoli e li incoraggia a aderire all’iniziativa e a sottoscrivere l’impegno per l’ambiente. Dal canto suo, il Comitato delle Regioni sta studiando come creare una rete delle città e regioni che hanno firmato il Patto, in modo da diffondere tra loro le migliori pratiche ed esperienze."

In concomitanza con la cerimonia è stato aperto il sito internet del Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors), che fungerà da portale e struttura di supporto per le città partecipanti e per i cittadini.

 

Comments are closed.