AMBIENTE. PA virtuosa al centro del Forum Compraverde di Cremona

"Comprare verde" significa "scegliere servizi e beni sostenibili ed ecocompatibili valutando già prima dell’acquisto il loro impatto ambientale nella produzione, nell’utilizzo e, infine, nello smaltimento". Un approccio particolarmente rilevante, che sottolinea l’impatto positivo sull’ambiente insieme ai risparmi che si possono avere nella Pubblica Amministrazione. Questi i temi al centro della quarta edizione di Compraverde-Buygreen, il Forum Internazionale degli Acquisti Verdi che si svolgerà alla Fiera di Cremona da giovedì 7 a venerdì 8 ottobre. Il Forum "promuove e valorizza politiche, progetti, beni e servizi di Green Procurement pubblico e privato, alimentando il confronto e le relazioni tra enti, imprese e realtà del non profit, e favorendo la produzione e il mercato green".

In particolare, si legge nella nota di lancio dell’iniziativa, l’ambito del Green Public Procurement (GPP) "non solo ha forti risvolti sulla riduzione dei consumi di energia, dell’impatto ambientale e dei cambiamenti climatici, ma può portare notevole risparmio alle tasche della Pubblica Amministrazione italiana. E ancora può rappresentare un significativo volano di sviluppo per tutta l’economia green, se solo si pensa che le scelte di spesa ecocompatibile toccano gli ambiti più diversi, come indicano le linee guida stabilite dal PAN, il Piano di Azione nazionale per il GPP di cui l’Italia si è dotata nel 2008: dall’edilizia all’illuminazione, dagli arredi alla cartoleria, dalle attrezzature tecnologiche alla mobilità, e ancora la ristorazione, la gestione dei rifiuti… E se si considera che gli acquisti della Pubblica Amministrazione italiana rappresentano circa il 17% del PIL, è immediato comprendere quale impatto la diffusione degli acquisti verdi possa avere".

Comments are closed.