AMBIENTE. Parlamento Ue chiede una legge per il riciclaggio dei rifiuti organici

Il Parlamento Europeo ha chiesto alla Commissione di rivedere, entro la fine del 2010, la legislazione sui rifiuti organici: secondo i deputati per tutelare l’ambiente è necessaria una direttiva specifica sui rifiuti organici, che includa norme vincolanti su riciclaggio e raccolta differenziata e un sistema di classificazione della qualità dei diversi compost ottenuti dai rifiuti organici. Ogni anno, l’UE produce fra i 118 e in 138 milioni di tonnellate di rifiuti organici (rifiuti alimentari e di giardinaggio dalle abitazioni private e dall’industria). Se le norme esistenti fossero applicate in maniera completa, ci potrebbe essere un risparmio, in termini finanziari e ambientali, estimato fra 1,5 e 7 miliardi di euro.

La risoluzione, preparata da José Manuel Fernandes (PPE, PT) in risposta al Libro verde della Commissione sulla gestione dei rifiuti organici, afferma inoltre che la raccolta differenziata dei rifiuti organici deve essere potenziata per raggiungere gli obiettivi di riciclaggio e di energie rinnovabili nell’abito della strategia UE 2020. Infine, i deputati chiedono alla Commissione e agli Stati membri di promuovere azioni di sensibilizzazione ambientale nel campo dei rifiuti organici, in particolare nelle scuole e negli istituti di insegnamento superiore, e sottolineano il ruolo fondamentale delle città, delle amministrazioni comunali e delle imprese municipali nel fornire consulenza e informazioni ai cittadini.

Comments are closed.