AMBIENTE. Pesca: nuovo programma di controllo per il tonno rosso

La CFCA, l’Agenzia comunitaria per il controllo della pesca, coordinerà il piano congiunto di controllo per il tonno rosso nel Mediterraneo e nell’Atlantico orientale: attraverso il programma comunitario, informa il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, verrà messo in campo un pool di risorse degli stati membri, sia materiali che umane, per eseguire il controllo, l’ispezione e la sorveglianza delle attività di pesca in mare e a terra. Il piano unisce la Commissione europea, la CFCA e gli Stati membri, contando sulle risorse dei 7 Stati coinvolti nell’attività di pesca: Cipro, Francia, Grecia, Italia, Malta, Portogallo e Spagna.

"Il nuovo programma 2010 di controllo congiunto per il tonno rosso nelle acque del mar Mediterraneo e dell’Atlantico orientale, coordinato dalla CFCA consentirà di monitorare l’attività di pesca e di punire eventuali infrazioni – ha detto il ministro delle Politiche agricole Giancarlo Galan – Insieme a Spagna, Francia, Grecia, Cipro, Malta e Portogallo, l’Italia sarà in prima linea nel controllo di tutta la filiera del tonno: dalle operazioni a mare, a terra, alle fattorie per l’ingrasso del tonno. Sono certo che gli uomini delle Capitanerie di porto-Guardia Costiera sapranno confermare il proprio indispensabile contributo anche in questa occasione ".

La novità per il 2010 è costituita dal noleggio, da parte della CFCA, di una unità europea per il controllo, da utilizzare nel periodo di punta della campagna, fino al 31 luglio. "Il programma per il controllo del tonno rosso – ha detto il ministro Galan – si colloca all’interno di quelle regole comuni che, sole, possono valorizzare e tutelare il bene più prezioso che il mondo della pesca ha: le risorse ittiche".

Comments are closed.