AMBIENTE. Pescara, Forestale scopre rifiuti tossici destinati al concime agricolo

Metalli pesanti altamente pericolosi per la salute e l’ambiente sono stati ritrovati ieri dal Corpo Forestale dello Stato presso un impianto di compostaggio di Montesilvano (Pe). L’operazione, denominata "Toxic Country", ha permesso di scoprire un probabile traffico illecito di rifiuti dannosi da destinare alla concimazione dei terreni agricoli. Le 12mila tonnellate di materiali sequestrati (rame, zinco, cadmio, idrocarburi e batteri in alte quantità) provengono da strutture per la depurazione delle acque non solo della regione abruzzese, ma anche di altre zone del centro e Sud Italia.

La Forestale è giunta alla sconcertante scoperta dopo un’intensa attività di indagine durata 3 anni. I responsabili dell’azienda sono ora accusati di traffico di rifiuti pericolosi abbandonati nelle campagne coltivate, false attestazioni, emissioni di gas e fumi molesti e altre violazioni al codice dell’ambiente. Le sostanze nocive riscontrate nel compost analizzato venivano infatti abbandonate in vaste aree agricole della provincia di Chieti, per concimare le coltivazioni di grano e foraggi.

Comments are closed.