AMBIENTE. Più di tremila segnalazioni giunte al numero verde di VAS

Bilancio positivo per il numero verde dell’Associazione VAS (Verdi Ambiente e Società) che durante i mesi estivi ha registrato più di 3000 richieste di aiuto da parte dei bagnanti. Tra i casi più segnalati – sottolineano da VAS – l’inquinamento, la sicurezza in mare e l’abusivismo edilizio sulle coste si confermano le principali segnalazioni riscontrate da cittadini e bagnanti. Preoccupano, e non poco gli ambientalisti, l’aumento dei danni prodotti alla flora e fauna oltre all’aumento dello spiaggiamento di cetacei e la moria di pesci lungo le nostre coste. Sale anche il numero di avvistamenti di specie aliene per il Mediterraneo quali i Barracuda dei mari tropicali.

Nel dettaglio le segnalazioni hanno riguardato: abusivismo edilizio e preclusione di accesso al mare (436); barriere architettoniche insormontabili (126); danno al patrimonio ambientale (245); danni alla fauna marina, moria di pesci e spiaggiamento di cetacei (291); disservizi (395) di cui (104) hanno riguardato il rincaro dei prezzi; natanti a motore troppo vicini alla costa (519); la presenza di rifiuti sia in spiaggia che in mare (281); scarichi abusivi inquinanti riversanti direttamente in mare (535); mancanza di segnaletica (188); moto ondoso (132) ed inquinamento acustico (122).
Le Regioni più interessate dalle segnalazioni raccolte dagli ambientalisti sono state: la Regione Campania con un totale di (603) a seguire la Calabria con (546); il Lazio con (501); la Puglia con (389); il Veneto con (278); la Sicilia con (214); la Sardegna con (156); la Liguria con (155); la Toscana con (119); l’Abruzzo con (98); le Marche con (64); l’Emilia Romagna con (48); il Molise con (41); la Basilicata con (29); il Friuli Venezia Giulia con (27) ed in fine il Trentino Alto Adige con (2).

L’iniziativa promossa da VAS che – assicurano gli ambientalisti – proseguirà per tutto il mese di settembre, si inserisce nell’ambito della Campagna nazionale "Diritti al Mare, Diritti del Mare" giunta quest’anno alla sua XII edizione e patrocinata dal Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, dal Ministero dei Trasporti, dal Comando Generale delle Capitanerie di Porto, dal Commissariato di Governo per il superamento dell’Emergenza Socio-Economico-Ambientale del Bacino del Fiume Sarno, dall’Istituto per la ricerca sul mare (I.C.R.A.M.), dalle Regioni Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche, Molise, Puglia e Toscana e dalla tretta collaborazione con l’Associazione Nazionale attività natatorie e subacquee NADD Europe, l’Organizzazione Internazionale Attività Subacquee e Natatorie per Disabili HSA Italia e con il contributo della Società Castalia Ecolmar la flotta navale operanti nel settore ambientale per la prevenzione, il controllo e il contenimento dei fenomeni inquinanti dell’ecosistema marino.

 

Comments are closed.