AMBIENTE. Piemonte, approvata la graduatoria per il cofinanziamento del bike sharing

Oggi è stata approvata la prima graduatoria per il cofinanziamento dei sistemi di bike sharing (bicicletta condivisa) in Piemonte. Per acquistare quasi 2000 biciclette destinate a diciassette Comuni piemontesi sono stati stanziati oltre 1 milione e 600 mila euro. I fondi serviranno anche per creare oltre 230 nuove postazioni e adeguare le 42 già esistenti in 7 Comuni piemontesi. Il bando, promosso lo scorso ottobre dalla Regione, prevedeva il finanziamento al 50% dell’installazione dei sistemi di noleggio biciclette e copriva al 100% l’adeguamento di quelli già esistenti alla tecnologia di bip (biglietto integrato Piemonte). Infatti, tutti i sistemi di noleggio saranno omologati per la nuova tecnologia bip, la smart card che nei prossimi mesi sostituirà il classico biglietto cartaceo. Con la smart card sarà possibile utilizzare tutti i mezzi del trasporto pubblico piemontese.

Nei prossimi mesi compariranno, in alcuni punti strategici dei centri urbani (stazioni, scuole, supermercati, ospedali, biblioteche) rastrelliere per le biciclette e relative colonnine. Lo scopo è, secondo quanto dichiarato da Daniele Borioli, assessore ai Trasporti della Regione Piemonte, "promuovere il più possibile una mobilità intelligente, convincendo i cittadini piemontesi a lasciare a casa l’auto e scegliere un mezzo di trasporto che, alla fine, nei centri urbani è sicuramente più rapido". "Inoltre – ha continuato l’assessore – la non proprietà del mezzo risolve i problemi di manutenzione del veicolo e di furto, spesso il maggior deterrente all’uso della bici in città".

Secondo quanto spiegato da Borioli, la Regione Piemonte ha deciso di puntare sull’uso della bicicletta a noleggio come vero e proprio mezzo pubblico e non solo in chiave turistica, per fare in modo di diffondere una mobilità urbana più ecologica, sostenibile e pulita. I sistemi di bike sharing saranno la prima applicazione pratica di bip, proprio a significare che per la Regione la bicicletta rientra in tutto e per tutto all’interno del servizio di trasporto pubblico integrato.

Il Bike sharing è un sistema che mette a disposizione una serie di biciclette da usare quando serve, senza prenotazioni e senza averne la proprietà. Il sistema di noleggio funziona su base oraria: i cittadini prelevano la bicicletta in un punto e la depositano nello stesso o in un altro, proprio come se utilizzassero l’autobus o il tram, tutto attraverso l’uso della tessera bip e di un codice.

Al finanziamento sono state ammesse le domande dei Comuni di Torino, Alba, Vercelli, Savigliano, Asti, Nichelino, Biella, Pinerolo, Settimo Torinese, Venaria Reale, Susa, Tortona, Moncalieri, Avigliana, Ciriè, Giaveno, Borgomanero, oltre all’Unione dei Comuni Basso Novarese e il circuito Torino Green Ways. Accolte anche le richieste di adeguamento ai sistemi del bip dei Comuni di Alba, Bra, Cuneo, Fossano, Pinerolo, Savigliano, Settimo Torinese.
L’assessore ai Trasporti della Regione Piemonte ha anticipato che nelle prossime settimane verrà riaperto il bando in moda da permettere ad altri Comuni di presentare domande di finanziamento.

Comments are closed.