AMBIENTE. Provincia di Torino, parte a luglio il servizio Bike Sharing in molti comuni

Meno traffico, lotta allo smog, e benessere fisico. Usare la bicicletta per gli spostamenti urbani può essere una risposta a diverse esigenze. A questo proposito, nel mese di luglio, tre comuni della Provincia di Torino hanno attivato il Bike Sharing, ossia l’utilizzo della bici condivisa. L’iniziativa rientra nel progetto Bicincittà, ideato per dare una soluzione vantaggiosa alla mobilità sostenibile.

I comuni che hanno deciso di dotare i cittadini del nuovo servizio sono Pinerolo, Chiasso e Settimo Torinese, ognuno con modalità diverse per l’utilizzo delle bici. Denominatore comune è però la salvaguardia ambientale e lo stop alle emissioni inquinanti. Ma come funziona in concreto il Bike Sharing? L’utente, usando una tessera magnetica, può ritirare la bicicletta da ogni cicloposteggio presente sul territorio e riconsegnarla in un qualsiasi altro cicloposteggio. Il sistema di trasporto alternativo è a disposizione di tutti, cittadini e turisti.

Le postazioni delle bici sono a prova di furto. Il cicloposteggio, infatti, è dotato di elettroserratura accessibile solo con l’apposita tessera magnetica. Il sistema Bicincittà, inoltre, permette di monitorare in tempo reale l’effettiva disponibilità e l’eventuale guasto di veicoli sul territorio. Per sapere dove e se ci sono biciclette nella propria zona basta collegarsi al sito ufficiale. Non solo. Gli utenti Bicincittà che possiedono una tessera, possono consultare la propria scheda ed i propri transiti in un dato tempo, attraverso una login ed una password che vengono rilasciate all’atto di iscrizione al servizio. Per maggiori informazioni clicca qui (www.bicincitta.com).

Comments are closed.