AMBIENTE. Rifiuti campani, Legambiente: “Mancano impianti compostaggio, sprecati 3,4mln di euro”

Ben 95 comuni campani effettuano la raccolta differenziata, ma sono costretti a spendere 3,4 milioni di euro per trasportare i rifiuti organici in altre regioni. Ciò perchè mancano in Campania gli impianti di compostaggio. Lo sostiene Legambiente, sottolineando l’irrazionalità di tale spesa. Con la stessa cifra, sostiene l’associazione, si potrebbe realizzare sul territorio una struttura in grado di trattare quasi 25mila tonnellate di materiale.

Le amministrazioni campane premiate dall’associazione con l’inserimento nell’elenco dei "Comuni Ricicloni", hanno raggiunto percentuali di raccolta differenziata oltre il 35%. Ma l’impegno ecologista rischia di essere vanificato per il costo stratosferico del trasporto negli impianti di Sicilia, Puglia, Calabria e Veneto. Nella regione, infatti, non esistono siti sufficienti per accogliere e trattare i rifiuti raccolti. "Costruire entro l’anno – spiega Roberto Della Seta, presidente nazionale di Legambiente – almeno una decina dei venti impianti di compostaggio previsti in Campania è una scelta fondamentale e indispensabile alla soluzione dell’emergenza per due ragioni. Perché ridurrebbero la quantità eccessiva di organico nel rifiuto indifferenziato che oggi non garantisce la produzione di cdr (combustibile derivato da rifiuti) a norma nei sette impianti regionali che, così com’è, non potrà essere bruciato a ottobre nell’inceneritore di Acerra. Ma anche perché verrebbe meno la necessità di molte discariche, a differenza di come è stato da vent’anni a questa parte. Auspichiamo che si applichi lo stesso decisionismo che è stato dimostrato nell’individuare le nuove discariche anche per aprire i cantieri di questi impianti".

"A conti fatti, – conclude Legambiente – con 3,4 milioni di euro, oggi spesi inutilmente, si potrebbe costruire 1 impianto di compostaggio per trattare in loco 25mila tonnellate di organico, equivalenti a un bacino di utenza di 400mila abitanti, realizzabile, collaudo incluso, in 12 mesi e in grado di funzionare per almeno 15 anni".

Comments are closed.