AMBIENTE. Riparte Goletta Verde, campagna di analisi e monitoraggio delle acque di balneazione

Analisi delle acque marine nazionali, ma non solo. Quest’anno Goletta verde, la campagna di Legambiente, prevede anche il monitoraggio delle acque dei Paesi che si affacciano sul bacino del Mediterraneo e, per la prima volta, lo studio della situazione dei laghi nazionali. La campagna 2006, realizzata con il contributo di Vodafone Italia e Italgest, si propone di: verificare la balneabilità delle acque, monitorare gli scarichi non depurati, combattere le battaglie contro gli ecomostri e di assegnare le Bandiere Nere ai pirati del mare. Sarà anche valorizzata la biodiversità ambientale e verranno consegnate le Cinque Vele ai Comuni premiati dalla Guida Blu di Legambiente e Touring club come luoghi di eccellenza, promozione delle aree marine protette e scoperta dei parchi del Mediterraneo.

"Per il ventunesimo anno – ha dichiarato Roberto Della Seta presidente nazionale Legambiente – riparte la nostra ‘caccia’ al mare inquinato e a chi deturpa le coste, e l’impegno per far conoscere e valorizzare tutto il meglio dell’Italia costiera e balneare, dalle aree protete e alle località premiate con le cinque vele nella Guida Blu che realizziamo insieme al Touring. Da oltre due decenni, Legambiente con Goletta Verde informa turisti e cittadini sulla qualità dei loro mari e denuncia l’inquinamento marino e le illegalità compiute ai danni delle coste. La situazione del nostro mare non consente infatti di abbassare la guardia. Perché se quest’anno si può registrare la timida riconquista di 18 Km di costa balenabile, non si devono dimenticare i 243 Km permanentemente inquinati e i 1.045 Km non controllati.

L’Italia – ha continuato Della Seta – insieme ad altri dieci paesi europei, figura tra i sorvegliati speciali per avere messo in atto dei trucchetti per mascherare l’inquinamento e migliorare il tasso di conformità delle acque ai parametri europei. Continua inoltre l’allarme sul fronte dell’abusivismo edilizio, con 31mila nuove costruzioni nel 2005, che molto spesso sorgono proprio sulle coste".

"La nuova direttiva europea in materia di balneazione che è stata approvata nel marzo scorso – ha dichiarato Francesco Ferrante direttore generale Legambiente – fa ben sperare per il futuro del nostro mare, perché stabilisce i presupposti per una maggiore efficienza nei controlli della qualità delle acque di balneazione. I nuovi parametri microbiologici indagati (escherichia coli ed enterococchi) sono quelli che da anni Goletta Verde, anticipando l’evoluzione della normativa, prende in considerazione per le proprie analisi, e i più affidabili per avere un quadro esauriente dello stato di salute del mare. Ora è necessario che l’Italia recepisca al più presto questa direttiva".

Goletta Verde per il terzo anno varcherà i confini nazionali veleggiando lungo le coste del Mediterraneo, grazie alla collaborazione con la Direzione per la protezione della natura del Ministero dell’Ambiente e Federparchi. Goletta Verde Internazionale permetterà il rilancio del progetto di una Federazione dei Parchi del Mediterraneo, che metta in rete gli oltre 500 parchi e le diverse migliaia di riserve naturali dei Paesi che si affacciano sul bacino mediterraneo. "Forti dell’impegno italiano per dotarsi del più importante sistema di aree protette marine e costiere del Mediterraneo – ha dichiarato Aldo Cosentino direttore generale del Ministero dell’Ambiente – il viaggio di Goletta Verde aiuterà a sviluppare con gli amici degli altri Paesi interessati un progetto in grado di contribuire a fare del mare che ci unisce un veicolo di pace e di collaborazione. Il Ministero dell’Ambiente porterà avanti una nuova politica del mare, ponendo particolare attenzione nella tutela dell’ambiente marino e nella promozione delle riserve. In questo senso va anche la trasformazione del dicastero voluta da Pecoraro Scanio, in Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare".

Ecco le tre imbarcazioni che percorranno gli itinerari di Goletta Verde 2006: La Catholica, classe 1936, una goletta in legno a due alberi che misura 23 metri di lunghezza e 500 mq di velatura; Il Pietro Micca, l’ultimo rimorchiatore a vapore presente in Italia., classe 1895; La Chicaboba Magnum, una barca a vela proveniente dalle regate sportive. Nel corso della conferenza stampa di presentazione è stato assegnato il "Premio Goletta Verde 2006 – Io sono amico del mare" a dieci personalità che si sono distinte per l’impegno a tutela dell’ambiente marino.

 

Comments are closed.