AMBIENTE. Risparmio energetico, Autorità Energia: “Importante il ruolo dei Comuni”

Soddisfazione è stata espressa nei confronti del ruolo dei Comuni per la promozione di un uso razionale ed intelligente dell’energia da parte di Alessandro Ortis, Presidente dell’Autorità dell’energia elettrica e il gas nel corso della conferenza stampa organizzata oggi a Roma dall’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e coordinata dal Presidente Leonardo Domenici. In particolare apprezzamento è stato espresso per l’esperienza dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE), chiamati anche "certificati bianchi", che i distributori di energia elettrica e di gas naturale devono ogni anno ottenere raggiungendo degli obiettivi prefissati dalla legge di risparmio energetico.

Nel corso del primo anno di attuazione (2005) del meccanismo di mercato certificati bianchi, l’Autorità ha verificato circa 1.100 progetti, realizzati da distributori ed ESCo (società di servizi energetici), certificando circa 280.000 tonnellate equivalenti di petrolio (tep) di risparmio energetico: il 75% ottenuto per minori consumi di energia elettrica, il 21% per minori consumi di gas naturale e il rimanente per altre forme di energia. È stato così superato l’obiettivo dal 2005, che era stato prefissato a 156.000 tep. I risparmi energetici totali realizzati nel 2005 equivalgono al consumo domestico annuo di una città di circa 380.000 abitanti e hanno permesso di evitare emissioni per circa 750.000 tonnellate di anidride carbonica.

Secondo Ortis i Comuni possono partecipare al sistema dei "titoli di efficienza energetica" come utenti, operando un ruolo di raccordo fra la popolazione residente sul territorio ed i distributori, e promuovendo aziende che operino come ESCo, eventualmente in compartecipazione o attraverso società controllate o partecipate dagli stessi Comuni.

"Si osservano – ha concluso il presidente dell’Autorità – numerosi casi di interventi di risparmio energetico sviluppati con successo negli ultimi anni. E’ quindi auspicabile proporre un programma di ulteriore replicazione e diffusione delle best practices già implementate, anche per realizzare quel ruolo di esempio del settore pubblico esplicitamente richiamato anche dalla Direttiva Europea 2006/32/CE (all’articolo 5) concernente l’efficienza degli usi finali dell’energia".

Al centro della conferenza stampa il lancio della campagna di sensibilizzazione ad un uso più razionale delle fonti energetiche, finalizzata a diffondere la cultura del risparmio energetico e ad ottimizzare i consumi. ”La campagna di sensibilizzazione – ha spiegato il Presidente dell’Anci, Leonardo Domenici – avra’ l’obiettivo di promuovere l’efficienza energetica attraverso misure di risparmio nelle aree urbane, coinvolgendo attivamente il sistema produttivo e le istituzioni locali. Servira’ inoltre ad illustrare ai singoli cittadini come e’ possibile risparmiare energia, non rinunciando ai confort della tecnologia, ma semplicemente utilizzando strumenti ad alta efficienza energetica che, a parita’ di prestazioni, consentono un maggiore risparmio energetico”.

 

Comments are closed.