AMBIENTE. Road map del Ministero su infrazioni, Legambiente: “Nuova stagione di legalità”

"E’ un ritorno al rispetto delle regole e al valore della legalità quello che serve all’Italia per ripartire. Un passo che deve essere fatto in primo luogo dalle istituzioni dello Stato", così Roberto Della Seta presidente nazionale Legambiente ha commentato la road map avviata dal Ministero dell’Ambiente per uscire dalle procedure di infrazione, le 80 in materia ambientale aperte dall’Unione europea nei confronti dell’Italia.

Proprio mentre il Ministero stava elaborando i dati sulle procedure di infrazione nei confronti dell’Italia, la Ue ha comunicato l’ennesima procedura di infrazione contro di noi – aggiunge la nota di Legambiente. "Quest’ultima procedura – ha concluso Della Seta – dimostra che in Italia ancora non è stato recepito dagli enti locali che Sic (Siti di importanza comunitaria) e Zps (Zone Speciali di Conservazione) sono aree da tutelare a tutti gli effetti. Così come il nostro Paese non ha capito che le valutazioni di incidenza non è una pratica da sbrigare, ma va fatta seriamente. Sarebbe insomma utile anche una sensibilizzazione preventiva degli enti locali, per evitare di arrivare al richiamo Ue".

Comments are closed.