AMBIENTE. Sacchetti di plastica, AACC denunciano: nel Milleproroghe slitta la messa al bando

Sacchetti di plastica: dovevano essere sostituiti a partire dal primo gennaio del prossimo anno, la messa al bando definitiva slitterà invece al 31 dicembre 2011. È quanto denunciano Federconsumatori e Adusbef: "Diversi segnali non proprio positivi provengono dalla discussione sulla bozza del Decreto Milleproroghe. In particolare troviamo grave lo slittamento al 31 dicembre del 2011 della messa al bando definitiva dei sacchetti di plastica per la spesa non biodegradabili, prevista inizialmente dal 1° gennaio 2011".

Secondo quanto si profila, i negozi avrebbero ancora tempo: fino al 30 aprile 2011 per quanto riguarda il sistema della distribuzione, fino al 31 agosto 2011 per le grandi strutture e fino al 31 dicembre 2011 per i piccoli negozi.

Affermano le due associazioni: "Ogni anno sono prodotte oltre 260 mila tonnellate di sacchetti di plastica, con un consumo di petrolio impressionante, pari a quello di 160 mila automobili.
Sacchetti che, poi, molto spesso non vengono smaltiti correttamente, con gravi danni per l’ambiente che ci circonda. Per questo le nostre associazioni sono impegnate da anni contro l’utilizzo di tali sacchetti, consigliando di riutilizzare i sacchetti della spesa di cui si è già in possesso o, ancora meglio, di sostituirli con sporte o shopping bag di stoffa o di plastica resistente".

Comments are closed.