AMBIENTE. Salpa oggi la Goletta Verde di Legambiente

Parte Goletta Verde, la campagna di Legambiente di informazione e sensibilizzazione sullo stato di salute del mare e delle coste, realizzata con il contributo di Vodafone Italia, Italgest mare e la collaborazione del ministero dell’Ambiente e tutela del territorio e del mare. Tre le imbarcazioni in giro per l’Italia: Delphin, Catholica e Chicaboba Magnum per analizzare la qualità delle acque di balneazione, monitorare gli scarichi non depurati, combatter contro gli ecomostri, "bandiere nere" ai pirati del mare, ma anche valorizzazione della biodiversità, promuovere le aree marine protette e scoprire i parchi del Mediterraneo.

Ma a preoccupare la Goletta soprattutto i cambiamenti climatici e "l’aumento costante della temperatura delle acque superficiali fino a 2 gradi sopra la media stagionale con picchi di 33 gradi, riscontrato con la precedente edizione di Goletta Verde – ha dichiarato Roberto Della Seta, presidente di Legambiente – è uno dei segni più evidenti dell’impatto devastante che i cambiamenti climatici hanno sul Mediterraneo. L’acqua così calda contribuisce alla proliferazione di specie aliene e di molte alghe, anche tossiche, che stravolgono gli equilibri del mare. L’anno scorso l’alga Ostreopsis ovata, ad esempio, ha fatto scattare il divieto di balneazione su molti chilometri di costa tirrenica. La lotta ai cambiamenti climatici – conclude Della Seta – è dunque una priorità anche per salvare il mare italiano. Per questo, il viaggio di Goletta punterà anche a informare sulle possibilità di azione per diminuire le nostre emissioni di CO2, oltre a denunciare, come fa da più di vent’anni, ogni forma d’illegalità ai danni di mare e coste: dall’inquinamento e la mancata depurazione, alla speculazione urbanistica e lo sfruttamento eccessivo delle risorse ittiche".

Per quasi due mesi i laboratori mobili accompagneranno da terra il viaggio delle due imbarcazioni, prelevando circa 500 campioni ed eseguendo su ognuno le analisi previste dalla normativa in vigore, il Dpr 470/82. Oltre ai parametri microbiologici previsti dalla normativa, le analisi di Goletta Verde misureranno anche gli escherichia coli, nuovo parametro di riferimento nella Direttiva europea 2006/7/CE che gli Stati membri dovranno recepire entro il 2008.

La Goletta rilancerà inoltre insieme a Federparchi il progetto di una Federazione dei Parchi del Mediterraneo, che metta in rete gli oltre 500 parchi e le diverse migliaia di riserve naturali dei Paesi che si affacciano sul bacino mediterraneo.

Comments are closed.