AMBIENTE. San Giorgio a Cremano aderisce ad INWARD, osservatorio sul writing

A Roma, nella Sala della Promoteca in piazza del Campidoglio, Giorgio Zinno vicesindaco di San Giorgio a Cremano (NA), ha annunciato che l’amministrazione comunale intende appoggiare INWARD, il primo osservatorio internazionale sulla cultura del writing prodotto in Italia, considerato "un progetto da sostenere in quanto abbellisce i muri di periferia, fabbricati dismessi e brutture di cemento". Zinno è stato invitato dall’Ufficio Decoro Urbano del Gabinetto del Sindaco di Roma, in occasione del seminario "Per una città più bella e vivibile: esperienze a confronto", organizzato dallo stesso Ufficio e dagli Assessorati alle Politiche Giovanili e alle Politiche Culturali del Comune di Roma e dall’Assessorato alle Politiche della Scuola della Provincia di Roma e il VI Municipio, ha sottolineato che il writing è un progetto da sostenere in quanto abbellisce i muri di periferia, fabbricati dismessi e brutture di cemento.

Il vicesindaco, durante il confronto tra le Amministrazioni di Amsterdam, Barcellona, Berlino, Liegi, Parigi, Bologna, Firenze, Milano, Roma, Torino, ha sintetizzato alcuni tra i principali problemi di decoro urbano presenti sul territorio comunale, come il vandalismo grafico, e elencato una serie di soluzioni che l’amministrazione sangiorgese intende attivare in moda da valorizzare il lavoro dei writers e degli street-artisti. L’Amministrazione Comunale di San Giorgio a Cremano, infatti, vuole continuare sulla linea del dialogo con i writers, efficacemente condotta negli ultimi 10 anni.

Con l’adesione ad INWARD, il Comune di San Giorgiovuole riuscire a costituire il primo network al mondo di Amministrazioni favorevoli al writing realizzato nella sua espressione legale su pareti autorizzate e promuovere la conoscenza presso il grande pubblico ed il dibattito ragionato dei tanti aspetti della cultura del writing, con l’intervento di figure di spicco della cultura italiana e non solo.
Inoltre l’amministrazione sangiorgese con l’adesione a INWARD vuole contribuire concretamente alla riqualificazione di alcune zone della città mediante:
– interventi artistici urbani mirati nelle zone periferiche e/o degradate che si intende riqualificare,
– l’individuazione di superfici permanentemente legalizzate, rinnovabili negli anni in maniera spontanea da parte dei writers,
– l’organizzazione di concorsi volti alla riqualificazione di particolari manufatti e allo scambio nazionale o internazionale di artisti.

L’osservatorio INWARD è diretto dal gruppo Evoluzioni dell’Associazione Culturale Arteteca e riceve l’attenzione della Presidenza della Facoltà di Scienze della Comunicazione de "La Sapienza".

Comments are closed.