AMBIENTE. Sardegna, Carabinieri fermano traffico rifiuti illeciti

L’inchiesta su un traffico di rifiuti molto pericolosi per la salute pubblica ha portato in Sardegna a numerosi arresti. Questa mattina, infatti, i militari del Comando tutela ambientale (NOE) hanno eseguito delle ordinanze di custodia cautelare, perquisizioni e sequestri in diverse località della regione. In tutto le persone coinvolte nel traffico di rifiuti sono 117 e tra di loro ci sarebbero imprenditori, professionisti e un funzionario pubblico. Il gip del Tribunale di Sassari, Salvatore Marinaro, su richiesta del pm Paolo Piras, ha emesso provvedimenti con l’accusa di corruzione di falso ideologico, disastro ambientale e gestione di rifiuti non autorizzata.

Il Nucleo operativo ecologico di Sassari ha scoperto una struttura ben organizzata per il traffico e lo smaltimento illecito di rifiuti speciali pericolosi, particolarmente tossici per l’ambiente e la salute dell’uomo.

Comments are closed.