AMBIENTE. Toscana, in arrivo 5 mln di euro per “villaggi” a basso consumo

Un risparmio a famiglia di oltre 500 euro all’anno sulla bolletta energetica. E’ quanto si propone di conseguire la Regione Toscana con la creazione di 20 "villaggi" a basso consumo, che ospiteranno in totale ben 568 alloggi abitativi. E’ stato infatti approvato un finanziamento di 5 milioni di euro, da destinare a sedici diversi comuni, che permetterà di ridurre di più del 50% l’uso di petrolio e le emissioni di Co2 nell’atmosfera. I nuovi appartamenti avranno dimensioni medie di circa 85 metri quadrati e saranno costruiti con tecniche innovative sul piano della sostenibilità ambientale.

Il provvedimento rientra nell’ambito del bando 2007 sui Distretti energetici abitativi. "Si tratta – dichiara l’assessore regionale all’energia, Annarita Bramerini – del primo esempio concreto di attuazione delle linee guida del Piano energetico regionale che abbiamo approvato di recente. La realizzazione degli alloggi permetterà non soltanto di evitare ogni anno di immettere in atmosfera oltre 1.000 tonnellate di anidride carbonica, risparmiando 440 tonnellate di petrolio, ma rappresenta anche un esempio di ottimizzazione dell’efficienza energetica e la dimostrazione pratica che si può costruire in modo maggiormente eco compatibile. Ogni nuovo appartamento consumerà infatti il 54% di energia in meno rispetto ad uno normale". Nel complesso sul territorio toscano sorgeranno 48.200 metri quadrati di abitazioni a risparmio energetico, con un costo medio pari a 8.800 euro per ogni unità abitativa. Termine ultimo per la creazione degli edifici è la fine del 2010. "I consumi di energia delle famiglie – conclude l’assessore Bramerini – rappresentano circa un terzo del totale di quelli toscani. Per questo è importante che la buona pratica dei distretti energetici abitativi, si diffonda e diventi quella prevalente nella realizzazione dei nuovi insediamenti. Soltanto così avremo davvero una Toscana più sostenibile e meno energivora".

Comments are closed.