AMBIENTE. Tutela dell’Alto Adriatico, Legambiente aderisce a Protocollo Forum di Pirano

Il Direttivo Nazionale di Legambiente, riunitosi a Roma l’11 giugno scorso, ha deliberato l’adesione e sottoscrizione del Protocollo del Forum Internazionale di Pirano (SLO) che riconosce nell’Euroregione adriatica l’Alto Adriatico come elemento e fattore di un possibile sviluppo sostenibile capace di promuovere azioni di cooperazione transfrontaliera attraverso percorsi dal basso di condivisione delle politiche, per un consolidamento della coesione socio-economica delle Regioni e degli Stati rivieraschi. Il Forum, inoltre, ribadisce la necessità che le Regioni e gli Stati dell’Euroregione considerino il rispetto ambientale un elemento strutturale nella preparazione e nell’adozione di piani e programmi, nonché, nella programmazione e nella legislazione

La Direzione inoltre ha delibertao la richiesta al Governo di adoperarsi affinché l’Alto Adriatico sia definito "Zona sensibile di protezione speciale" e di procedere in tempi stretti alla realizzazione del sistema di controllo satellitare internazionale della navigazione in Adriatico; di rendere applicativa la Convenzione di Espoo per le valutazioni degli impatti ambientali transfrontalieri esistenti e per valutare la sostenibilità delle strategie, dei piani e dei progetti europei e/o nazionali riguardanti l’Adriatico; di accelerare l’approvazione del Piano Energetico Nazionale, con allegato Piano delle localizzazioni delle principali infrastrutture energetiche di interesse nazionale previste secondo adeguati criteri di sostenibilità, sospendendo cautelativamente le procedure autorizzative in corso, in particolare, per i progetti di terminal di rigassificazione presentati.

 

Comments are closed.