AMBIENTE. Veneto, da lunedì al via il Festival della Biodiversità

Nell’anno internazionale della Biodiversità, proclamato per il 2010 dalle Nazioni Unite per centrare l’attenzione dell’opinione pubblica sul ruolo della biodiversità, la Regione Veneto ha programmato una serie di iniziative da settembre a dicembre. Così, da lunedì prossimo, si aprirà presso l’Orto Botanico di Padova il primo Festival Regionale della Biodiversità. La manifestazione, articolata in una serie di eventi diffusi sul territorio, si concluderà ad Asolo in dicembre. "Con il Festival della Biodiversità – fanno rilevare il vicepresidente e assessore al territorio Marino Zorzato e l’assessore ai parchi Franco Manzato – la Regione si fa promotrice di un’iniziativa che ha come finalità di aumentare la consapevolezza sui rischi derivanti dalla perdita della biodiversità, promuovendo sul territorio azioni positive per mantenerla intatta".

A livello veneto, il Piano Territoriale Regionale di Coordinamento, recentemente adottato, ha prefigurato la realizzazione di un’estesa rete ecologica, in cui la tutela della biodiversità viene messa in relazione con le esigenze di sviluppo sociale delle comunità presenti sul territorio. Al convegno di lunedì seguiranno una serie di appuntamenti su tutto il territorio regionale: a Vo’ Euganeo (Padova) il 18 settembre nell’ambito della Festa dell’uva, sul tema biodiversità e alimentazione, mentre il 19 settembre è previsto il Film Festival; a Cortina (Belluno) il 24 settembre nella sede municipale, sul tema biodiversità e qualità del paesaggio; ad Adria (Rovigo) il 27 settembre presso il Museo Archeologico Nazionale sul tema biodiversità, archeologia e natura; a Venezia il 4 ottobre presso l’Auditorium S. Margherita giornata della biodiversità con riflessione su contenuti e valori di una disciplina per il Veneto del futuro. Appuntamenti anche a ottobre e novembre a Belluno e Treviso, Padova, Rovigo e Vicenza. Il 6 dicembre appuntamento conclusivo ad Asolo (Treviso), nella sede municipale, per sviluppare il tema paesaggio, colture e biodiversità.

Comments are closed.