AMBIENTE. “Voler bene all’Italia”, piccoli comuni in festa domenica 6 maggio

Torna come ogni anno l’iniziativa per promuovere e sostenere le risorse e le tradizioni dei borghi con meno di 5mila abitanti, che rappresentano più del 70% dei comuni italiani: è "Voler bene all’Italia", la festa nazionale della PiccolaGrandeItalia, organizzata da Legambiente domenica 6 maggio insieme a un vasto comitato promotore di associazioni ed enti come la Coldiretti, con la collaborazione di Enel.

I piccoli comuni saranno per un giorno le capitali d’Italia, come Mompeo (Ri) e Barberino Val d’Elsa (Fi) dove saranno presenti il presidente del Senato Franco Marini, il deputato Ermete Realacci, presidente onorario di Legambiente e animatore dell’ampio comitato promotore di"Voler Bene all’Italia", il presidente nazionale di Legambiente Roberto Della Seta, il presidente di Enel Piero Gnudi, l’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato e sindaco di Mompeo Mauro Moretti, e il presidente della Coldiretti Sergio Marini.

"La festa di domenica sarà un vero e proprio Italian pride – spiega Ermete Realacci – per evidenziare che proprio nella tenuta delle nostre comunità, nella coesione sociale, nell’orgoglio delle nostre radici troviamo la base di un’economia in grado di competere scommettendo sulla qualità, sull’innovazione, sulla conoscenza. L’edizione di quest’anno, inoltre, è resa più significativa dalla recente approvazione alla Camera della legge sui piccoli comuni, di cui ci auguriamo una rapida approvazione al Senato. È una legge molto attesa, non perché da sola possa essere risolutiva dei problemi aperti, ma perché indica con chiarezza una direzione ed una politica: considerare gli oltre 5800 comuni con meno di 5000 abitanti non un peso per il nostro paese, un’eredità del passato ma una straordinaria occasione per difendere la nostra identità, le nostre qualità e costruire il futuro".

Quest’anno anche le scuole sono parte attiva di Voler Bene all’Italia, ma anticipano a oggi il loro prezioso contributo. Oggi, infatti, Legambiente propone una giornata speciale dedicata all’istituzione scolastica. E per rilanciare il risparmio energetico nei piccoli comuni distribuisce, insieme a Enel, lampadine a basso consumo e riduttori di flusso nelle scuole che aderiscono all’iniziativa. L’obiettivo del progetto "La scuola adotta un Comune", realizzato insieme al ministero della Pubblica Istruzione, è proporre ai ragazzi dei piccoli comuni di trasformarsi in ciceroni per mostrare a chi abita in città i tesori ambientali e culturali delle zone in cui vivono. Per la realizzazione di questo percorso, l’associazione ambientalista distribuisce ogni anno, in oltre 10mila scuole, la Guida alla scoperta dei piccoli comuni italiani, che propone attività ad hoc da realizzare durante la visita o il soggiorno.

"I piccoli comuni sono il polmone che dà ossigeno all’Italia essenziale per il contenimento dell’emissione di gas ad effetto serra per contrastare i cambiamenti climatici in atto – sottolinea il presidente della Coldiretti Sergio Marini – perché si tratta di realtà che coprono più della metà del territorio nazionale (55%) dove abitano circa dieci milioni di persone che assicurano una minore densità della popolazione, un più basso inquinamento da trasporti e un maggiore sviluppo di agricoltura e foreste determinanti per il contenimento della C02, secondo gli obiettivi fissati dal protocollo di Kyoto".

I piccoli comuni si stanno affermando, inoltre, come luoghi ideali per la sperimentazione e lo sviluppo di energie pulite. Ecco perché anche quest’anno Legambiente e Enel hanno deciso con Voler bene all’Italia di rilanciare il risparmio energetico per i piccoli comuni, regalando 150.000 riduttori di flusso per il risparmio idrico a tutti i municipi che organizzano l’evento. L’utilizzo dell’economizzatore, per circa 20 minuti, consente di risparmiare 260 litri d’acqua al giorno, riducendo anche il consumo di energia. L’economizzatore idrico per doccia riduce la portata di acqua (9 l/min.) garantendo, indipendentemente dalla pressione d’esercizio, un flusso costante e gli stessi confort. A una pressione di 3 bar, un erogatore tradizionale consuma 15-22 l/min.

"L’iniziativa di Legambiente – afferma Piero Gnudi, presidente di Enel – è in linea con due dei principali obiettivi della nostra Società: rafforzare il legame con il territorio, contribuendo al suo sviluppo e valorizzando le sue risorse; sensibilizzare tutti gli italiani su un uso più razionale dell’energia, la principale "fonte rinnovabile" della quale disponiamo".

L’Associazione Italiana Agricoltura Biologica (AIAB), tra i promotori di PiccolaGrandeItalia, mette invece l’accento sul ruolo dell’agricoltura biologica nello sviluppo dei piccoli Comuni rurali, attraverso diverse iniziative domenica in tutta Italia, che si svolgeranno in paesi aderenti alle "Città del Bio", l’associazione che riunisce i Comuni che s’impegnano a diffondere la cultura del biologico. Tutti gli eventi promossi da AIAB all’interno di PiccolaGrandeItalia fanno anche parte della campagna PrimaveraBio, che ha portato centinaia di persone a visitare le aziende biologiche di tutta Italia. AIAB invita tutti a partecipare alle iniziative di PrimaveraBio, che è iniziata il 15 aprile e si concluderà il 15 maggio, scegliendo tra le tante possibilità di visita in aziende bio presenti sul sito www.primaverabio.aiab.it

Per maggiori informazioni: www.piccolagrandeitalia.it

Comments are closed.