AMBIENTE. WWF: da domani al via la Conferenza Cites 2010 per tutela specie a rischio

Tigri, rinoceronti, elefanti, tonno rosso, corallo: un’occasione per porre fine allo sfruttamento o al bracconaggio di queste specie a rischio è rappresentata dalla 15a Conferenza delle Parti della Convenzione internazionale sul Commercio internazionale di specie a rischio (CITES COP 15) che dovrà decidere tra l’altro su sei proposte finalizzate ad una migliore tutela delle specie marine, incluso il cruciale divieto di commercio internazionale del tonno rosso. I governi si riuniranno dal 13 al 25 marzo e, afferma il WWF, "avranno di fronte l’opportunità irripetibile per salvare gli oceani e le ultime foreste del pianeta, e porre un serio argine al bracconaggio a specie particolarmente protette e rare di cui si registra una preoccupante recrudescenza in tutto il mondo". Una delegazione del WWF internazionale e dei suoi uffici Traffic seguirà i lavori della Conferenza.

Protezione sono chieste per il tonno rosso e per il corallo, dunque, ma i governi – afferma l’associazione ambientalista – dovranno impegnarsi anche contro il bracconaggio che "rischia di sterminare definitivamente le ultime popolazioni di tigre, rinoceronte ed elefante in Asia e Africa".

"Queste proposte contro il bracconaggio, la pesca illegale e ogni forma di sfruttamento insostenibile delle risorse naturali offrono ai governi l’opportunità di esprimere un pubblico e forte NO alla corruzione, al crimine organizzato, a tutti i fenomeni che alimentano il commercio illegale di specie a rischio", ha dichiarato Massimiliano Rocco, responsabile del programma Traffic del WWF Italia, annunciando che il WWF dedicherà l’anno internazionale della biodiversità alla tigre. Alla COP 15, infatti, "i governi potranno votare misure che se adeguatamente applicate potranno porre fine al commercio internazionale della tigre e dei suoi prodotti. In natura rimangono solo 3.200 esemplari: bracconaggio e commercio illegale rischiano di far scomparire questa magnifica specie una volta per sempre".

Comments are closed.