AMBIENTE. WWF lancia campagna in difesa del tonno rosso

"Ministri Prestigiacomo e Zaia, la sopravvivenza del tonno rosso del Mediterraneo è nelle vostre mani". È l’appello contenuto in una campagna pubblicitaria del WWF che, attraverso l’immagine di un tonno pescato dal mare con due bacchette da sushi, chiede che il Governo voti a favore dell’inclusione del tonno rosso nell’Appendice I della CITES, la Convenzione internazionale sul commercio delle specie in pericolo di fauna e flora.

Il futuro del Tonno rosso del Mediterraneo, afferma infatti il WWF, dipende da un’importante decisione che il governo dovrà prendere entro lunedì 21 settembre: il 21 settembre, nell’ambito della riunione del Comitato della CITES dei Paesi della Unione Europea, l’Italia dovrà infatti votare insieme agli altri Paesi dell’Unione per decidere se appoggiare o respingere l’inclusione del Tonno rosso del Mediterraneo nell’Appendice I della CITES. La stessa Commissione europea, sottolinea il WWF, il 9 settembre ha fortemente raccomandato di sostenere la proposta di inclusione del Tonno nell’Appendice I della CITES. "Il WWF – è l’appello all’associazione – chiede che il nostro governo voti a favore dell’inclusione del Tonno rosso nell’Appendice I della CITES, per salvare una specie prossima al collasso commerciale, anticamera di una possibile estinzione, e per salvare un’attività di pesca tradizionale ed industriale di notevole importanza economica e culturale".

Comments are closed.