ANZIANI. Truffe, in Lombardia distribuiti opuscoli per difendersi dai malintenzionati

"Mettere in comune le forze e contribuire a rendere più sicura la città, denunciando i truffatori che abusano della buona fede degli anziani". E’ questo il messaggio lanciato dal vice Sindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato, dal sostituto Procuratore Alberto Nobili della Direzione Distrettuale antimafia di Milano e dal magistrato Cecilia Vassena, durante l’incontro con gli anziani che si è tenuto oggi in città. A sollecitare questo nuovo incontro sul problema delle truffe agli anziani ha contribuito in prima persona il Comandante della Polizia Municipale, Emiliano Bezzon, che ha fornito elementi utili per riconoscere e prevenire spiacevoli episodi di raggiri e imbrogli.

A tal fine sono stati distribuiti a tutti i partecipanti volantini informativi dal titolo "Sicurezza le buone abitudini", dove vengono elencati i numeri delle Forze dell’Ordine, del Pronto Soccorso, dei vigili del Fuoco, della Polizia Locale (02/77271) e del Settore Sicurezza del Comune di Milano (02/88456893). Inoltre, insieme a semplici trucchi e consigli utili sul comportamento da tenere in casa, per strada, sui mezzi pubblici o nei mercati, sono presenti sull’opuscolo anche i numeri del pronto intervento per gas ed elettricità.

"A questi recapiti", ha spiegato Bezzon, "bisogna rivolgersi quando ci si trova davanti ad un presunto tecnico. In questi casi, basta una telefonata per capire chi abbiamo davanti e smascherare gli imbroglioni". Il vice Sindaco Riccado De Corato ha poi ricordato la costituzione di un apposito pool anti-truffe in Procura. "Tre agenti della Polizia Municipale – ha concluso il vice sindaco De Corato, "stanno collaborando con la magistratura per contrastare questa piaga sociale. Un vero e proprio pool specialistico è entrato in azione per cercare di arginare questo ignobile reato".

Comments are closed.