ASSICURAZIONI. Consultazioni Isvap, Sindacato agenti: “Dovrebbero essere aperte a tutte le parti”

Protestiamo per il modo con cui l’Isvap dimostra di voler attuare, nell’iter di emanazione dei regolamenti, le "procedure di consultazioni aperte e trasparenti, che consentano la conoscibilità della normativa in preparazione e dei commenti ricevuti", come prevede il decreto legislativo n. 209/2005.

A dichiararlo è il presidente del Sindacato Nazionale Agenti di Assicurazione (Sna) Tristano Ghironi, in una lettera, indirizzata all’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo (Isvap), alle associazioni dei consumatori e di categoria, in cui ribadisce l’importanza delle procedure di consultazione con le parti sociali del settore.

"Se la procedura deve essere – si legge nella lettera – come vuole la legge "aperta e trasparente" non può ridursi a semplici contatti bilaterali tra Isvap e ognuna delle parti sociali, titolari del diritto ad essere consultati, senza che ognuna di esse possa avere nozione dei pareri, delle posizioni e degli interessi prospettati dalle altre parti sociali".

Ghironi, invece, segnala nella lettera che il metodo seguito dall’Isvap di convocare i diversi soggetti a incontri riservati, svilisce il significato delle procedure di consultazione e costituisce "un eccesso di potere che va immediatamente corretto".

Comments are closed.