ASSICURAZIONI. Indagine GfK per Ania: consumatori soddisfatti della propria rc auto

Nel 2010 è cresciuta, rispetto al 2007, la soddisfazione dei clienti nei confronti della propria compagnia assicurativa (dal 62% del 2007 all’attuale 67%). E’ quanto rileva la VII edizione dell’indagine sulla customer satisfaction nel mercato assicurativo condotta da GfK Eurisko per conto di Ania. Il prodotto più diffuso è l’assicurazione rc auto: i consumatori intervistati (capifamiglia tra i 18 e i 75 anni) si sono detti soddisfatti non solo del prodotto ma anche di tutte le singole aree del servizio (intermediazione, informazioni ricevute, erogazione del servizio, rapporto costi benefici, funzionamento della polizza). Sempre prendendo in considerazione il mercato auto, migliora la soddisfazione per la gestione del sinistro anche per effetto dell’indennizzo diretto: in relazione all’assistenza ricevuta per il sinistro, per i tempi di risarcimento, per l’entità del rimborso, per le professionalità tecniche intervenute nel processo di liquidazione.

L’indagine rileva altresì che è aumentata la mobilità del cliente: il 21% entro due /tre anni cambia compagnia (nella rilevazione precedente era al 16%). Questo fenomeno emerge innanzitutto quando si osserva il comportamento degli assicurati relativamente all’assicurazione rc auto, che è il prodotto posseduto dalla quasi totalità del mercato (98%). Nel corso dell’ultimo biennio è aumentata significativamente la quota di assicurati auto che negli ultimi due anni ha chiesto, in prossimità della scadenza del contratto, preventivi a compagnie diverse dalla propria e questo indipendentemente dal fatto che il cliente abbia poi effettivamente scelto di cambiare compagnia o di utilizzare l’informazione come elemento di contrattazione con il proprio assicuratore.

Dal 2007 ad oggi è, inoltre, cresciuta in modo significativo la quota di assicurati che per conoscere l’offerta dei concorrenti utilizza internet: sono oggi il 42% rispetto al 29% del 2007 gli assicurati che navigano sui siti delle compagnie o sui siti web specializzati nel confronto delle polizze, mentre diminuisce la quota di coloro che, per la stessa attività, si rivolgono direttamente alle agenzie: sono oggi il 55% versus il 63% del 2007.

Quanto agli altri prodotti assicurativi, dall’indagine emerge la crescita dei prodotti afferenti all’ambito professionale mentre la polizza casa famiglia si conferma come poco diffusa rispetto all’elevato tasso di possesso immobiliare che caratterizza le famiglie italiane: nel complesso le famiglie coperte da una polizza casa sono circa 4,2 milioni, pari a circa il 38% dei proprietari di casa. Tra le coperture più diffuse si confermano l’incendio, l’RC famiglia ed il furto.

Comments are closed.