ASSICURAZIONI. Polizze vita dormienti, la petizione per modificare legge 166/2008

Il sito internet petizionionline.it ospita una raccolta firme per chiedere la modifica della legge 166/2008 nella parte relativa alle polizze vita dormienti. Le legge in questione introduce la prescrizione biennale per le polizze vita, con effetto retroattivo al 1° gennaio 2006. Di conseguenza, molti risparmiatori, in particolare gli eredi di possessori di polizze vita, non hanno potuto incassare le somme perché prescritte e devolute al Fondo per le vittime delle frodi finanziarie. Della vicenda si sono occupate le Associazioni dei Consumatori che hanno chiesto, prima, una modifica del provvedimento da inserire nel decreto Milleproroghe. Dopo l’approvazione definitiva, il 25 febbraio, del "Milleproroghe" avvenuta senza risolvere il problema, Altroconsumo ha chiesto di prevedere la modifica della legge 166/2008 nel prossimo decreto incentivi.

Di seguito il testo della petizione:

"Siamo alcuni beneficiari di polizze vita vittime delle "Norme anti crac e legge n. 166 del 27/10/2008 art. 3 comma 2". La legge, attualmente, prevede una retroattività e quindi un’applicazione anche sui contratti di polizze la cui prescrizione rientra nell’arco temporale inizio 2006 fine Ottobre 2008. Le suddette nuove norme hanno rivoluzionato un punto saliente dei contratti stipulati tra le parti, cambiando, in alcuni casi, i termini di prescrizione sottoscritti dalle compagnie.

La legge 166/2008 stabilisce che i capitali dei nostri cari non reclamati entro i termini previsti dall’articolo c.c. 2952 e sue successive modifiche devono essere trasferiti al fondo delle vittime delle frodi finanziarie, istituito presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze. E’ da tener presente che, in alcuni contratti, le compagnie rinunciano espressamente a quanto previsto dall’articolo 2952 e si impegnano a liquidare ai beneficiari il capitale, fino allo scadere di dieci anni successivi all’evento.

Chiediamo alla classe politica di modificare la legge 166-08 e di restituire i soldi ai legittimi beneficiari: sono soldi nostri e lo Stato non può decidere di darli al primo che capita!! La suddetta legge va quindi modificata eliminandone la retroattività e allungando i tempi di prescrizione da uno/due anni a dieci anni. Rammentiamo, inoltre, alla classe politica che stiamo parlando di soldi che i nostri cari si sono procurati con i sacrifici e le privazioni di una intera vita e quindi è assolutamente inaccettabile che vadano persi senza alcuna giusta motivazione!!!"

Clicca qui per firmare la petizione

Comments are closed.