ASSICURAZIONI. Poste Vita ricorda le novità sulle polizze dormienti

Prima dell’esodo estivo Poste Vita S.p.A. ricorda ai propri clienti titolari di contratti di assicurazione vita, le principali novità introdotte dalla legge 166 del 27 ottobre 2008: è stato innalzato da uno a due anni il termine di prescrizione entro il quale i soggetti che ne abbiano diritto – sia per il caso di scadenza contrattuale che per quello di decesso dell’assicurato – devono richiedere alle compagnie il pagamento delle prestazioni dovute; le compagnie, decorso il termine di prescrizione, dovranno obbligatoriamente versare al " Fondo per l’indennizzo dei risparmiatori vittime di frodi finanziarie" (costituito presso il Ministero dell’Economia) gli importi non reclamati, anche a prescindere dall’esistenza di diverse previsioni contrattuali.

Poste Vita raccomanda a tutti i clienti, alla scadenza del contratto, di inoltrare con tempestività la richiesta di liquidazione corredandola con la documentazione indicata nelle condizioni di polizza consegnata all’atto della sottoscrizione e comunque disponibili sul sito www.postevita.it. Anche in caso di decesso dell’assicurato, i beneficiari delle prestazioni assicurative dovranno far pervenire negli stessi tempi la richiesta di liquidazione, corredata della relativa documentazione. Le richieste pervenute dopo il decorso del termine di prescrizione biennale non potranno essere accolte da Poste Vita S.p.A. perché per legge le somme sono devolute al "Fondo". Gli Uffici Postali e il numero verde della Compagnia 800.316.181 sono a disposizione per fornire chiarimenti ulteriori.

Comments are closed.