ASSICURAZIONI. Sna-Unapass: non fermare processo liberalizzazione

"Si stanno calpestando i diritti di tutti i cittadini italiani e di un’intera categoria professionale" così reagiscono Giovanni Metti, presidente Sna e Massimo Congiu, presidente Unapass alle notizie riguardanti alcuni tra gli emendamenti presentati al disegno di legge di sviluppo, collegato alla manovra economica in materia di energia contenente misure per il rilancio del nucleare civile, class action ed assicurazioni.

La presenza di una proposta di modifica nuovamente tesa a reintrodurre le clausole di esclusiva nei mandati agenziali, il cui primo firmatario è il sen. Gasparri, ha ingenerato negli agenti assicurativi un grande sconcerto.

"Ci sentiamo presi in giro" dichiarano senza mezzi termini Metti e Congiu "e vengono presi in giro i consumatori. Questo emendamento è uscito dalla porta e cerca di rientrare dalla finestra".
Solo pochi giorni fa, infatti, la medesima proposta di modifica alla legge 40/2007 era stata ritirata in X Commissione dai suoi estensori, i senatori Cursi e Vetrella, che ora figurano tra i firmatari del nuovo emendamento, capeggiati dal senatore Maurizio Gasparri.

La Federazione conclude annunciando che gli agenti di assicurazione sono pronti ad attuare qualsiasi iniziativa si renda necessaria per impedire questa scellerata operazione di arretramento sul fronte della liberalizzazione del mercato, della concorrenzialità e della tutela dei diritti dei consumatori.

 

Comments are closed.