Antitrust, nasce direzione per la tutela del consumatore

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, presieduta da Antonio Catricalà, ha deliberato alcune modifiche alla struttura delle direzioni che diverranno operative il prossimo 10 aprile. Le novità riguardano la costituzione di tre Direzioni generali: la Direzione Generale per la concorrenza con a capo Alberto Nahmjias, al quale è stata assegnata anche la carica di vice Segretario Generale, la Direzione Generale per la tutela del consumatore e la Direzione Generale per le Risorse.

Novità assoluta, rispetto al passato, è la Direzione Generale per tutela del consumatore, sotto la responsabilità di Francesca Ferri. Questa nuova unità organizzativa avrà il compito di coordinare la già esistente Direzione per la pubblicità ingannevole e comparativa e l’ufficio per la valutazione dell’impatto delle politiche antitrust sui consumatori.

Alla Direzione Generale per la Concorrenza, invece, fanno riferimento le direzioni istruttorie che da sette diventano cinque. Ognuna di loro seguirà i diversi settori merceologici, compreso il comparto del credito, competenza recentemente acquisita con l’entrata in vigore della legge sul risparmio. La Direzione Generale per le risorse è invece competente per tutto ciò che concerne il personale, l’amministrazione, ma anche la parte delle risorse informative e dei servizi tecnologici.

Il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) apprezza la scelta dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato di costituire una nuova Direzione Generale per tutela del consumatore, con il compito di coordinare la già esistente Direzione per la pubblicità ingannevole e comparativa e l’ufficio per la valutazione dell’impatto delle politiche antitrust sui consumatori.

"Stiamo apprezzando molto l’attività dell’Antitrust e del suo Presidente Antonio Catricalà – dichiara Antonio Longo, Presidente del Movimento Difesa del Cittadino – L’Autorità si sta dimostrando molto autonoma e davvero di garanzia degli utenti, come dimostrano i numerosi esposti presentati dalle associazioni dei consumatori e accettati in diverse occasioni negli ultimi anni".

 

Comments are closed.