Autorità: il Governo controlli i contatori del gas

Obblighi di verifiche periodiche per i contatori del gas e termine di scadenza massima per la vita utile degli strumenti di misura. Questa la proposta dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas che ha inviato una segnalazione a Governo e Parlamento in tema di controlli sui misuratori del gas, con l’obiettivo di "evidenziare la necessità di iniziative a tutela dei consumatori finali". Lo riferisce in una nota l’Autorità.

L’Autorità ritiene inoltre necessario armonizzare la normativa sugli enti responsabili delle verifiche e sulla disciplina fiscale, in modo da "assicurare la necessaria attività di controllo sulla corrispondenza tra la quantità di gas contabilizzata dai contatori e quella effettivamente prelevata dai consumatori". Obiettivo: far sì che il cliente paghi in base all’energia effettivamente consumata.

L’Autorità stessa ha poi messo in consultazione (atto n. DCO 1/08) proposte sui tempi per il soddisfacimento delle richieste di verifica dei contatori, spontaneamente avanzate dai consumatori. Il termine ultimo per presentare osservazioni al documento di consultazione è il 20 marzo 2008.
Fra le proposte sono previsti indennizzi automatici in bolletta per l’eventuale mancata tempestività (per cause non attribuibili a terzi) da parte degli operatori nell’eseguire le verifiche, nonché disposizioni favorevoli ai consumatori per la copertura degli eventuali costi.

"Siamo d’accordo – ha commentato il segretario nazionale CODICI, Ivano Giacomelli – con una normativa che ovvii a rischi di alterazioni di bollette ma è necessario che i controlli siano effettuati da dipendenti di società terze e senza costi aggiuntivi per l’utente, che già paga in bolletta le spese di gestione".

 

Comments are closed.