Avvocati. HC e associazioni consumatori lanciano lettera aperta contro lo sciopero

Help Consumatori e le Associazioni dei Consumatori nazionali propongono ad avvocati, docenti di diritto e esponenti della società civile di appoggiare il decreto Bersani e di astenersi dallo sciopero. Con una lettera aperta a tutti gli avvocati, le rappresentanze dei consumatori e la prima agenzia on line specializzata nel settore chiedono che lo sciopero della categoria venga sospeso e invece che si apra un dialogo senza pregiudizi e chiusure corporative.

L’iniziativa mira, in particolare, a mettere in campo una discussione pubblica sul Decreto Bersani, sulle scelte e le modalità di attuazione delle liberalizzazioni annunciate nei diversi settori: in particolare per le prestazioni professionali.

"La scelta di uno sciopero "a costo zero" – si legge dalla lettera – è una iniziativa pesa che in maniera inaccettabile solo sui cittadini – clienti ed è espressione di una chiusura corporativa preoccupante e anacronistica. I disagi per i cittadini sono accresciuti dal fatto che lo sciopero è stato proclamato senza il rispetto dei termini di preavviso e di durata previsti dalla legge, il che appare ancor più grave sia in considerazione della categoria coinvolta, sia del fatto che essa stessa accusa il decreto Bersani di essere sbagliato nel metodo, prima ancora che nella sostanza".

"È anche una offesa a tutti i lavoratori che quando scelgono questa arma estrema di protesta pagano di tasca propria. La dignità dell’avvocatura non si tutela opponendosi a provvedimenti che tendono a modernizzare l’esercizio delle professioni eliminando vincoli e rendite di posizione".

Per sottoscrivere la lettera www.helpconsumatori.it/petizione.php

Comments are closed.