BANCHE. ABI Lab, la priorità dell’ICT: servizi innovativi per i clienti

Maggiore efficienza e servizi sempre più innovativi a disposizione dei clienti. È questa la priorità nei programmi d’investimento in tecnologia delle banche italiane fotografati nel rapporto annuale sullo "Scenario delle tecnologie in banca" di ABI Lab, il Consorzio per la Ricerca e l’Innovazione per la Banca promosso dall’Abi. Lo studio, condotto su un campione rappresentativo del settore bancario italiano, verrà presentato giovedì prossimo a Milano alla prima giornata del Forum ABI Lab.

Stando all’indagine, oltre la metà (57%) dei progetti d’investimento ritenuti prioritari dalle banche italiane riguarda i processi interni e le iniziative di sviluppo dei canali di accesso ai servizi bancari da parte dei clienti. In particolare, le banche investono nel rinnovamento degli sportelli, con la diffusione di strumenti self service in filiale, e nel miglioramento dei servizi online, sfruttando anche le potenzialità del web 2.0, del mobile banking e dei mobile payment.

Sul fronte della maggiore efficienza dei processi interni, gli investimenti delle banche sono finalizzati principalmente a rendere più snelli i processi di erogazione dei servizi, ottimizzando le risorse interne anche nell’ottica della dematerializzazione, del miglioramento del back office e del controllo dei costi.

Un altro 21% dei progetti ritenuti prioritari è dedicato alla compliance, mentre il 10% riguarda le tematiche connesse alla sicurezza, in particolare quella dei canali remoti, sia lato banca che lato cliente.

Comments are closed.