BANCHE. Abi: completare iter per recepimento direttiva sui Servizi di Pagamento

Bisogna completare l’iter legislativo per il recepimento della direttiva sui Servizi di Pagamento (PSD), che dovrà essere recepita da tutti gli Stati dell’Unione Europea entro il 1° novembre 2009. La direttiva rappresenta la base giuridica per completare la realizzazione dell’Area Unica dei Pagamenti in Euro e l’offerta di servizi eliminando le differenze normative esistenti tra i diversi Stati. È quanto afferma oggi l’Abi che, nel corso di un convegno, ha fatto il punto sul mercato europeo dei pagamenti, alla vigilia del recepimento della PSD e a più di un anno dall’avvio della SEPA, l’Area unica dei pagamenti in euro, all’interno della quale si possono effettuare e ricevere pagamenti utilizzando un unico conto bancario ed un’unica carta, indipendentemente dal paese in cui ci si trova.

"Per le banche, le imprese e i consumatori di tutta Europa – ha detto il direttore generale dell’Abi, Giuseppe Zadra – la PSD rappresenta un’autentica ‘rivoluzione’ di regole e procedure. Per questo è indispensabile completare il più rapidamente possibile l’iter legislativo per mettere subito a punto la normativa di recepimento. Solo così, infatti, le banche italiane potranno contare su un periodo di tempo, già oggi troppo breve, prima della definitiva entrata in vigore della legge". Attualmente, la delega al Governo per il recepimento della Direttiva è tornata all’esame del Senato dopo essere stata emendata dalla Camera.

Comments are closed.